Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 luglio 2013

Indonesia, dal ring alla rissa: almeno 18 morti

print-icon
box

Sono almeno 18 le vittime di una rissa durante un incontro di boxe in Indonesia (Foto archivio Getty)

E' di 11 donne e 7 uomini il bilancio delle vittime provocate dalla calca creatasi sulle gradinate di uno stadio di Naribe, al termine di un incontro di boxe tra Rumroken e Pigome. Gli spettatori non accettano il verdetto dei giudici e scatta la follia

Almeno 18 persone sono morte in Indonesia nella calca creatasi dopo una rissa sulle gradinate di uno stadio, al termine di un incontro di boxe. Le vittime, 11 donne e 7 uomini, sono morte calpestate o per asfissia quando si è creato un muro umano alle uniche due porte d'uscita del recinto sportivo, nel momento in cui gli spettatori hanno cercato di fuggire dalla battaglia. Teatro della tragedia la città di Naribe, nella provincia indonesiana di Papua. La rissa, che è ha causato anche 47 feriti, è cominciata quando i giudici hanno dato la vittoria ai punti al pugile locale, Alfius Rumroken, che si era battuto contro Yulianus Pigome; gli spettatori, dagli insulti sono passati alle vie di fatto, lanciandosi sedie, bottiglie di vetro e
altri oggetti contundenti. Secondo la polizia, il recinto sportivo era anche troppo colmo di spettatori.