Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
10 agosto 2013

Mondiali di scherma, il fioretto femminile si tinge d'oro

print-icon
ita

Nella prova a squadre, il Dream Team composto da Errigo, Di Francisca, Erba e Vezzali domina le francesi e festeggia sul gradino più alto del podio. Delude la sciabola maschile al sesto posto con Montano, Occhiuzzi, Samele e Berrè

Nella sesta giornata dei Mondiali di Budapest, l’Italia celebra le ragazze del fioretto. Nella prova a squadre, il Dream Team domina le quattro sfide disputate, guadagna la medaglia d'oro e festeggia il titolo mondiale. Deludono invece gli uomini della sciabola, che chiudono in sesta posizione: fatale la sconfitta ai quarti di finale contro la Bielorussia.

La marcia dorata del fioretto – Un'autentica egemonia quella del quartetto femminile, agli ordini del commissario tecnico Cipressa, che nella prova a squadre ottiene una medaglia d'oro mondiale tanto lucente quanto meritata. La neo campionessa del mondo, Arianna Errigo, Elisa Di Francisca, Carolina Erba e Valentina Vezzali asfaltano le contendenti sin dalla prima sfida di giornata, contro il Brasile, asfaltato 45-12. Ai quarti di finale l’ostacolo Cina si rivela inconsistente e cede 45-20, mentre in semifinale paga dazio la Corea demolita addirittura 45-19. In finale, contro le francesi, è un altro monologo: termina 45-18, l'ultima fatica prima della festa azzurra.

Sesta la sciabola maschile - Bielorussia fatale per Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Luigi Samele ed Enrico Berrè. Dopo aver superato il Giappone 45-32, ai quarti di finale gli sciabolatori azzurri hanno ceduto 45-43 ai bielorussi nel remake della sfida olimpica che, però, sorrise all’Italia. Era da San Pietroburgo 2007 che, in questa disciplina, la nostra squadra non scendeva dal podio mondiale. Persa la possibilità di medaglie, la sciabola maschile chiude al sesto posto: dopo un primo successo (45-41) contro l'Ungheria, il ko contro la Germania (45-40) stronca il percorso azzurro.