Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 novembre 2013

Torna l'alta velocità con la discesa donne di Beaver Creek

print-icon
bea

La svizzera Lara Gut in piena azione sulla Raptor di Beaver Creek

Aprono il weekend di Coppa del Mondo venerdì alle 18.45 ora italiana le ragazze jet con la libera nell'esclusivo centro turistico delle Montagne Rocciose, Colorado. Sabato superG e domenica gigante, la grande assente sarà la supercampionessa di casa Vonn

In Coppa del Mondo è arrivata l'ora dell'alta velocità: aprono venerdì - alle 18.45 ora italiana - le ragazze jet con la discesa di cdm di Beaver Creek, esclusivissimo centro turistico delle Montagne Rocciose, nel cuore del Colorado. Si gareggerà sui difficili e impegnativi 2.530 metri della nuova pista Raptor appositamente tracciata per le donne in vista dei Mondiali che la località ospiterà nel 2015 insieme alla vicina Vail.

Venerdì e nei successivi due giorni di gare - sabato supergigante e domenica gigante - la grande assente sarà ancora una volta la supercampionessa di casa Lindsey Vonn. Sperava di rientrare in gara proprio a Beaver Creek dopo l'infortunio del febbraio scorso alla gamba destra ma la settimana scorsa è caduta nuovamente in allenamento. Ora la bionda Lindsey, assistita appena possibile dal suo compagno e re del golf Tiger Woods, spera di tornare a gareggiare il più presto possibile, magari tra una settimana in Canada, a Lake Louise.

Sulla Raptor nelle prime due prove cronometrate si sono messe in evidenza soprattutto la svizzera Lara Gut, l'austriaca Anna Fenninger, la statunitense Staecy Cook e Tina Werather del Liechetensetin. Le azzurre sono state a ridosso delle migliori ma ancora troppo lontane dal podio sopratutto con Sofia Goggia e Francesca Marsaglia. Oltre a loro in pista ci saranno Daniela Merighetti, Verena Stuffer, Camilla Borsotti, Nadia ed Elena Fanchini, Johanna Schnarf ed Elena Curtoni. Proprio quest'ultima è caduta nella seconda prova volando nelle reti: nessun danno evidente se non una gran botta ad un braccio. Più a nord, a Lake Louise, in Canada, continuano intanto le prove in vista della prima discesa degli uomini jet in programma sabato e seguita domenica da un supergigante.