Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 dicembre 2013

Sottozero: ecco la guida per chi vuole andare in bianco

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Sognando Sochi 2014 , la Coppa del mondo di snowboard apre ufficialmente i battenti a Carezza, in Italia. In una nuova rubrica tutto quel che bisogna sapere per chi voglia seguire la tappa da vicino, molto vicino. Magari sul posto

(nel video d'apertura l'intervista allo snowborder azzurro Roland Fischnaller)

Un antipasto di Olimpiade con la guida Sottozero. Comincia così una nuova rubrica online: per ogni tappa italiana di Coppa del Mondo di sci un identikit completo. Prima l'analisi strettamente sportiva dell'appuntamento. Ma poi tutto il resto. Ossia dove bere, divertirsi, mangiare, ballare, sciare e dormire. Tutto per la gioia di chi vuole... andare in bianco.


Sochi 2014 si avvicina? Niente paura. Perchè i protagonisti della XXIIesima Olimpiade invernale passano da qui. Da Carezza (Trento) a Dobbiaco (Bolzano), dallo sci alpino allo snowboard, c'è spazio per tutti. L'obiettivo dei protagonisti delle competizioni è naturalmente ritrovarsi tra i presenti alla cerimonia di apertura dei Giochi olimpici il 7 febbraio. Mentre chi li segue, per interesse sportivo o per turismo, può cominciare a godersi la vita...

Tutto sulla tappa di Carezza

SO...CHI E’ - Tappa italiana inaugurale di Coppa del Mondo di Snowboard: si comincia venerdì con lo slalom gigante parallelo, sabato lo slalom parallelo. Si tratta del debutto del formato del parallelo con una sola manche. Questo sia nelle qualificazioni sia nella gara, quindi lo spettacolo è garantito: in ogni run il singolo concorrente è obbligato a dare il massimo, non c'è altra possibilità di recuperare. Un tempo gli atleti potevano rifarsi nella seconda manche. Ora l'eliminazione diretta non permette di tentennare, altrimenti sei fuori. Solo i più veloci vanno avanti.

Il cancelletto si apre per entrambi i concorrenti nello stesso momento. Pronti-via, inizia la sfida. Un concorrente è sul tracciato blu, l'altro sul rosso. Chi vince avanza. Stesso numero di porte, stesse curve, stessa pendenza. I due tracciati devono essere identici. Nel gigante le porte sono meno e il raggio di curva è più ampio, mentre nello slalom c'è si riduce la velocità ma il ritmo delle curve è più elevato. Le qualifiche si svolgono al mattino fra le ore 9 e le 11 per il gigante, per lo slalom tra le 10 e le 12. Con le finali appuntamento alle 13 il venerdì e alle 14 il sabato.

SO…CHI VINCE -
E' la prima gara di stagione, difficile fare un pronostico, ma sicuramente la svizzera Patrizia Kummer e l'austriaco Andreas Prommegger (vincitori della Coppa del Mondo 2013) saranno nuovamente protagonisti. Presente anche la campionessa del mondo in carica, la tedesca Isabella Laboeck.

SO...CHI TIFARE -
In casa è obbligatorio tifare Italia. A guidare il gruppo sarà Roland Fischnaller, vincitore sulla pista altoatesina nel 2011 e da tre stagioni consecutive sul podio finale di Coppa del mondo della specialità. Al suo fianco Meinhard Erlacher, Aaron March, Christoph Mick, Edwin Coratti, Mirko Felicetti, Luca Ponti, Hannes Hofer e Maurizio Bormolini completano la squadra maschile, mentre al via delle gare femminili ci sarà un terzetto composto da Corinna Boccacini, Nadya Ochner e Andrea Tribus.

SO…CHI RISCHIA -
La pista di Carezza è in condizioni fantastiche. Gli organizzatori hanno prodotto molta neve artificiale nelle ultime settimane, questo ha garantito una preparazione della pista ottimale. La partenza, rispetto alle scorsi edizioni, è stata leggermente abbassata: si inizia subito sulla parte più ripida, lo spettatore può godersi lo show dalla partenza all'arrivo senza perdere mai di vista gli atleti in gara.

SO...CHI SE L’E’ GODUTA -
Carezza ospita la Coppa del Mondo di snowboard per la terza volta. Lo scorso anno nella gara di gigante ha vinto Prommegger e l'azzurro Fischnaller ha dovuto accontentarsi del quarto posto, mentre tra le donne ha dominato la giapponese Tomoka Takeuchi, che ha così festeggiato la sua prima vittoria in carriera nel giorno del suo 29esimo compleanno. Nel 2011, invece, fu proprio Fischnaller a trionfare.

E tutto sulla località di Carezza (a cura di Zero)


SO CHI È - Carezza al lago, frazione di Nova Levante (BZ). Località turistica delle Dolomiti a 1620 metri sul livello del mare, Carezza deve il suo nome all'omonimo e splendido lago. Leggenda vuole che lo stregone del Latemar si innamorò di Ondina, la bellissima ninfa che abitava nel lago di Carezza. Per conquistarla, fece apparire un arcobaleno sul lago; ma quando Ondina uscì dall’acqua per vederlo, scorse anche lo stregone e fuggì spaventata. Allora lo stregone, accecato dal dolore, prese l'arcobaleno e lo gettò nel lago, nelle cui acque, da quel giorno, si rispecchiano tutti i colori dell’iride.

SO CHI… SCIA
- Con 40 km di piste panoramiche con vista sulle Dolomiti del gruppo Catinaccio e Latemar e la nomea di località sciistica più soleggiata dell'Alto Adige, Carezza è il paradiso di chi scia (sci, snow board, telemark, freestyle). La stazione fa parte del comprensorio Dolomiti Superski, 1200 km di piste con un solo ski pass. Dal Passo Costalunga al Lago di Carezza, dal Passo Nigra a Nova Levante, Carezza è ideale per tutti i tipi di sciatori, da quello che sta sempre col peso all'indietro e il sedere per terra a chi si mette gli sci (pieni di sciolina) solo se c'è una nera. Prezzi (fino al 21 dicembre): ski pass Skiarea Carezza € 35, ski pass Dolomiti Superski € 42

SO CHI… MANGIA & BEVE -
La griglia è sempre calda sul fuoco vivo dell'Hennstall (in italiano pollaio, prezzo medio 30 euro): cervo, braciole d’agnello, prosciutto e stinco rosolano che è un piacere. Niente male anche la pasta fatta in casa, il gulasch di cervo e i canederli in brodo. Per una cucina meno tradizionale e un ambiente più elegante, provate il Ristorante Pardeller (prezzo medio 40 euro): qui lo chef Thoby si diverte a giocare con gli ingredienti locali, cucinandoli senza dover per forza rispettare le ricette della nonna. Per sciatori affamati, il Laurin (prezzo medio 25 euro) sulla pista omonima di Carezza: rosticciata e tagliatelle alla selvaggina per ripartire alla grande.

SO CHI… SE LA GODE -
A Carezza sanno bene che dopo le piste comincia la festa-festa-festa e ci viziano con un calendario a prova di clubber. Si comincia il 12 alle 21:00 con lo Snowboard World Cup Party al CPunkt, il discopub dello Sporthotel Alpenrose. Il 13 dalle 16:00, con gli scarponi ancora addosso, After World Cup Party al Birdie's di Nova Levante, direttamente sulle piste. Gran finale sabato 14 nel tendone con l'After World Cup a cura di Forst 1857 e live music con i No Way Out; per fare l'alba e godervi tutte le stelle del cielo, e se avete il fisico per una sciata alle prime luci del sole, a 20 km c'è l'Hexen Club di Canazei.

SO CHI… DORME -
Pacchetti turistici a partire da 80 euro a persona in B&B (compresi di due notti di pernottamento e colazione, accesso al parterre per assistere alle gare e agli eventi, un giorno di Skipass) per la Coppa del Mondo sono disponibili su www.carezza.it.
Se invece volete e soprattutto potete viziarvi (mezza pensione da 100 euro a persona al giorno), provate il Berghotel Moseralm di Nova Levante, albergo benessere a 4 stelle con sauna, piscina coperta con idromassaggio, grotta e cascata.