Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 gennaio 2014

Slittino, Zoeggeler secondo a Konigssee. Vince Loch

print-icon
zoe

Secondo gradino del podio per Armin Zoeggeler nella sesta tappa di Coppa del mondo di slittino (Foto Getty)

Nella sesta tappa di Coppa del Mondo, in Germania l'azzurro chiude alle spalle del tedesco leader in classifica. Quarto posto per un altro italiano, il 20enne Dominik Fischnaller

Nella sesta tappa di Coppa del Mondo di slittino, sulla pista bavarese di Schönau am Königssee l’azzurro Armin Zoeggeler conquista il secondo posto alle spalle di Felix Loch, tedesco leader in classifica. Ottimo quarto posto per Dominik Fischnaller, 20enne altoatesino.

Il fuoriclasse altoatesino, che sarà l'alfiere della spedizione azzurra alle prossime Olimpiadi invernali di Sochi in Russia, l'abbiamo chiamato in tanti modi, da "Cannibale" a "Immortale", da "Re dello slittino" a "Principe dei budelli ghiacciati", ma lui è semplicemente Armin Zoeggeler. Un ragazzone che da bambino andava a scuola con la slitta giù per i prati della sua Foiana, la piccola frazione che giace abbarbicata sopra il paese di Lana nel Meranese. A distanza di 7702 giorni dal suo primo podio ottenuto in Coppa del mondo, un secondo posto a 18 anni datato 4 dicembre 1992 a Sigulda, in una Lettonia da poco più di un anno indipendente, il campione azzurro ha conquistato anche due ori olimpici, dieci Coppe del mondo generali, sei ori mondiali e tre europei. Insomma, Zoeggeler è il più grande slittinista al mondo di tutti i tempi.

Dietro di lui ci sono maestri come il tedesco Georg Hackl che in più rispetto ad Armin ha i tre ori olimpici consecutivi (Albertville 1992, Lillehammer 1994 e Nagano 1998). Non va dimenticato che Armin Zoeggeler è l'unico sportivo italiano capace di salire sul podio in cinque edizioni consecutive delle Olimpiadi a livello individuale. Infatti, fu bronzo a Lillehammer '94, argento a Nagano '98, oro  Salt Lake City 2002 e a Torino 2006, bronzo a Vancouver 2010. Primato che al femminile è eguagliato dalla fiorettista jesina Valentina Vezzali (argento ad Atlanta '96, oro a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008, bronzo a Londra 2012).

Quello centrato oggi è un altro secondo posto (alle spalle del teutonico Felix Loch) dal sapore storico che vale prestigio ma soprattutto moltissimo a livello di morale in vista delle ormai imminenti Olimpiadi. L'esperienza dell'atleta del Centro Sportivo Carabinieri (per meriti sportivi indossa il grado di maresciallo) anche sulla pista di Krasnaya Polyana farà sicuramente la differenza. Quella di Sochi per Armin sarà l'ultima Olimpiade ma, come aveva rivelato, "non l'ultima gara". Lo slittino targato Italia ha già pronto un nuovo campioncino. Anche se un po' presto per chiamarlo 'l'erede di Zoeggeler', Dominik Fischnaller oggi è rimasto giù dal podio per 21 millesimi che nello slittino sono davvero un'inezia. Fischnaller è stato autore di una maiuscola rimonta nella seconda manche, risalendo dall'ottava piazza della prima.