Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 gennaio 2014

Cape2Rio, Soldini in testa: "C'è un vento fortissimo"

print-icon
sol

Soldini è in testa con il suo equipaggio nella "Cape2Rio" verso Rio de Janeiro

Una notte durissima e una mattina difficile per l'equipaggio di Maserati partito da Cape Town con destinazione Rio de Janeiro. Ci sono state raffiche a 40 nodi, invece dei 60 attesi, che hanno comunque messo a dura prova barca l'equipaggio

Una notte durissima e una mattina difficile per l'equipaggio di Maserati guidato da Giovanni Soldini, partito sabato 4 gennaio alle 14 locali (le 13 italiane) da Cape Town con destinazione Rio de Janeiro. Il fronte freddo per fortuna è stato meno violento del previsto con raffiche a 40 nodi invece dei 60 attesi, ma ha messo a dura prova barca e equipaggio.

Alle 13 GMT Maserati si trova in prima posizione in tempo reale a 3.100 miglia da Rio (su 3.300 miglia complessive), seguita a 25 miglia di distanza dal 52 piedi australiano Scarlet Runner, e a 30 miglia dall'open 60 sudafricano Explora. Vento e onde hanno spezzato un palo dello stacking, che serve a sostenere le vele adagiate sul ponte. Il palo ha sfondato il ponte provocando un buco da cui è entrata moltissima acqua. Il buco è stato prontamente riparato con un tappo di monolitico di carbonio fissato al ponte con della colla strutturale a presa rapida e quattro viti portanti. Ma gli interni di Maserati sono fradici.
Dopo il passaggio del fronte, avvenuto nella notte, Soldini e compagni hanno assaporato qualche ora di relativa tranquillità, con vento steso dai 30 ai 40 nodi, volando a 20 nodi di velocità tra onde, pioggia e nebbia. Ma in tarda mattinata il vento ha ripreso forza e si è stabilizzato sui 50 nodi da sud. "C'è un mare pazzesco e raffiche di vento fortissime", racconta Soldini da bordo. "E per di più diluvia. Siamo un po' preoccupati per le altre barche; a differenza di Maserati che è solida e da corsa, ci sono anche imbarcazioni piccole, non preparate, che partecipano alla Cape2Rio. Ora stiamo navigando con tre mani e la tormentina. Queste condizioni così dure rimarranno stabili per le prossime 12 ore, poi si vedrà".