Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 agosto 2014

Nuoto, 5 km a squadre: l'Italia non va oltre il quinto posto

print-icon
van

Vanelli, Ponselé e Ercoli alla partenza della 5 Km a squadre

Delusione dal fondo agli europei di Berlino. Vanelli, Ercoli e Ponselé hanno chiuso in 56'20"9 finendo lontani dal podio. Oro all'Olanda. Due quarti posti per il sincro. Partita la spedizione azzurra con Pellegrini e Paltrinieri

Delusione degli azzurri del fondo agli europei di nuoto in corso a Berlino. Nella 5 km a squadre l'Italia (Vanelli, Ercoli, Ponselé) non è andata oltre il quinto posto con il tempo di 56'20"9. L'oro è andato all'Olanda (55'47'8), davanti alla Grecia argento in 56'05"5 e alla Germania, bronzo in 56'14"8.

Sincro vicino alle medaglie – Due quarti posti per l'Italia del nuoto sincronizzato impegnata agli Europei di Berlino. Nel duo Linda Cerruti e Costanza Ferro hanno chiuso ai piedi del podio, classificandosi dietro a Korobova-Kolenishenko, oro per la Russia, Ananasova-Voloshyna, argento per l'Ucraina, e Carbonell-Klamburg, bronzo per la Spagna. Più tardi le azzurre hanno chiuso al quarto posto anche nella gara a squadre, vinta dalla Russia (96,8333 punti), davanti a Ucraina (94,0667) e Spagna (92,4667).

Pellegrina sicura - "Sono serena e tranquilla, conto di divertirmi e spero di fare bene". Federica Pellegrini è pronta per l'avventura agli europei di Berlino, dove da lunedì saranno protagonisti i campioni della piscina: l'olimpionica della vasca si è imbarcata assieme al grosso della spedizione azzurra. Occhi puntati sempre su Federica Pellegrini (200, 400 sl e 200 dorso), fresca 'orfana' del record mondiale dei 400 strappatole dalla 17enne fenomeno americano Katie Ledecky, alla ricerca del terzo titolo di fila nei 200 sl: "Ad Ostia ci siamo allenati in tranquillità e molto bene, il tempo ci ha graziati - ha aggiunto la campionessa veneta - obiettivi non me li pongo, anche per scaramanzia ma sono veramente serena. Ledecky? Non ci penso, si sapeva che prima o poi il record me lo avrebbe tolto".

Paltrineri senza paura
- Si mostra sicuro dei suoi mezzi, il campione europeo in carica e bronzo mondale dei 1.500 Gregorio Paltrinieri: "Ci siamo allenati molto bene ad Ostia ed io mi sento molto carico per queste gare, non vedo l'ora di iniziare; il primo giorno sarà libero perchè rinuncio ai 400 stile, farò solo 800 e 1500; quindi, dal secondo giorno batterie dei 1500 e spero di far bene, dando il massimo per arrivare nelle migliori posizioni in entrambe le gare. Mi sono allenato bene tutto l'anno. La pressione su di me non mi dà fastidio, anzi: ci sono abituato. Sapere di essere aspettato da tutti mi piace. La nostra nazionale è una buona squadra: la prestazione finale non si basa solo sulle medaglie ma anche sulle finali. Sono sicuro che riuscirà a farne tante. Essere tra le prime otto in Europa è già buono di per se: quante medaglie otterremo non so dirlo, però abbiamo tante aspettative, siamo tra le nazioni più forti in Europa".