Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 gennaio 2015

Gross si conferma, secondo a Wengen dietro a Neureuther

print-icon
wen

Stefano Gross, primo da sinistra, sul podio dello slalom di Wengen

L'italiano sale sul secondo gradino del podio al termine di una prova maiuscola, battuto per 20 centesimi dal tedesco autore di una seconda manche strepitosa. Terzo Kristoffersen. 12° Thaler

L'azzurro Stefano Gross si conferma tra i grandi dello slalom conquistando un prezioso secondo posto nello speciale di Wengen. Secondo dopo la prima manche, Gross ha disputato una buona frazione finale, battuto soltanto da Felix Neureuther autore di una manche da brividi.

Gross è stato battuto per soli 20 centesimi e ha preceduto il norvegese Kristoffersen. Patrick Thaler ha chiuso al 12° posto dopo il 9° della prima metà di gara. Si è gareggiato su neve difficile dal momento che a Wengen ha nevicato parecchio nelle scorse ore.

Il trentino Gross ci ha insomma preso gusto: primo domenica scorsa ad Adelboden e secondo nientemeno che a Wengen, in uno slalom speciale proibitivo per il fondo rovinato da una nevicata d'altri tempi.

"E' stata davvero una grande gara, con due manche tiratissime e difficilissime, più che ad Adelboden. Sto bene e adesso - ha detto l'azzurro, classe 1986, una vittoria e adesso quattro podi in carriera - vedrò di andare avanti cosi' nei prossimi due slalom prima dei Mondiali, quello di Kitzbuehel e soprattutto quello in notturna a Schladming che è il mio favorito, con tutto quel pubblico e un gran tifo. Lo sci è tornato ad essere uno sport allegro per me - prosegue il trentino della val di Fassa -. Sto molto meglio con la schiena, non ho problemi e riesco a trasmettere le migliori sensazioni alla mia sciata che è diventata più fluida ed efficace. La vittoria a Schladming è uno dei sogni della mia vita, ma prima di tutto voglio concentrarmi su Kitzbuehel, un altro appuntamento di cartello. Ora sì che faccio quello che voglio con gli sci, mi diverto, faccio il lavoro che mi piace e vivo un periodo di grande serenità - ha concluso Gross - Tutto si riflette poi nella sciata e porta risultati".