Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 novembre 2015

Lake Louise, Fill 2° nella libera. Shiffrin regina ad Aspen

print-icon
Fil

Peter Fill, 33 anni, di Castelrotto: gara quasi perfetta la sua a Lake Louise (Getty)

Coppa del Mondo: in Canada primo il norvegese Svindal che precede di un solo centesimo l'italiano, protagonista di una discesa perfetta. Settimo Paris, dodicesimo Innerhofer. Rovinosa caduta dell'austriaco Duerager. Slalom donne in Colorado: vince la statunitense, male la Brignone

L'azzurro Peter Fill, 33 anni, si è piazzato al secondo posto nella discesa libera della Coppa del Mondo di sci svoltasi a Lake Louise. Fill, al 12° podio in carriera, ha chiuso con il tempo di 1.47.30 ed è stato preceduto per un solo centesimo di secondo dal norvegese Aksel Svindal (1.47.20), alla 26ma vittoria in Coppa. Terzo lo statunitense Travis Ganong in  1.47.65.  Per l'Italia  ci sono poi  Dominik Paris 7° in 1.47.97 e Christof Innerhofer 12°o in 1.48.29.


La discesa è stata interrotta per la bruttissima caduta dell'atleta austriaco Markus Duerager. Non lontano dal traguardo l'austriaco è stato sbalzato fuori linea da un dosso cadendo rovinosamente. Secondo le prime indicazioni dovrebbe avere riportato danni agli arti inferiori. Sul posto è intervenuto un elicottero per trasportare l'austriaco in ospedale.

Aspen, Slalom donne
-  La ventenne americana Mikaela Shiffrin ha vinto lo slalom speciale di Coppa del mondo donne di Aspen in 1.39.81 infliggendo un distacco enorme alle rivali. La sciatrice Usa - che in questa disciplina ha vinto gli ultimi due mondiali e la gara dell'Olimpiade di Sochi - è così passata in testa alla classifica generale di Coppa del mondo con 180 punti superando l'azzurra Federica Brignone, che ne ha 163. Ad Aspen la Shiffrin ha preceduto  la slovacca Veronika Velez Zuzulova (1.42.88) e la svedese Frida Hansdotter (1.43.07). In una disciplina in cui la squadra azzurra si è confermata particolarmente debole -  ci sono Chiara Costazza solo 16ma in 1.45.65 e Irene Curtoni 18ma in 1.45. Federica Brignone, 26ma dopo la prima manche nonostante il pettorale n.64, nella seconda manche ha commesso un errore grave chiudendo in ritardo, e al 28° posto.