Notre Dame brucia a Parigi: le news sull'incendio. VIDEO

Altri Sport

Attorno alle 18.50 di ieri le fiamme sono divampate nell’edificio situato nel cuore della città: cattedrale subito evacuata. Ancora nessuna versione ufficiale sulle cause, ma nella chiesa erano in corso dei lavori di restauro: crollati guglia e tetto. Non ci sono vittime o feriti, la procura di Parigi apre un'indagine per la distruzione dolosa dell'edificio

LE REAZIONI DEL MONDO DELLO SPORT

VIDEO. NOTRE-DAME, IL CROLLO DELLA GUGLIA

FOTO. L'INCENDIO CHE HA DEVASTATO NOTRE-DAME

Un vasto incendio è divampato nella cattedrale di Notre Dame, a Parigi. Dall'edificio, storico monumento in stile gotico tra i più visitati in Europa, si è levata un’alta colonna di fumo con le fiamme che sono arrivate fino alla volta dell'edificio conosciuto in tutto il mondo e ogni giorno visitato da migliaia di turisti (tra i 13 e i 14 milioni ogni anno) L'evacuazione è stata immediata. Sulle cause dell'incendio non ci sono informazioni certe, ma si sarebbe sviluppato da un'impalcatura allestita per alcuni lavori di restauro. Non ci sono vittime o feriti, mentre la procura di Parigi - lo riporta Le Monde - ha aperto un'indagine per la distruzione dolosa della cattedrale. Fiamme arginate attorno alle 23. "Un terribile incendio", ha postato su Twitter Anne Hidalgo, sindaco di Parigi. "I vigili del fuoco stanno cercando di controllare le fiamme. Invito tutti a rispettare il perimetro della sicurezza!", ha aggiunto nel suo post.

L'evacuazione

L'intera zona dove sorge la cattadrale - Ile-de-la Citè - è stata isolata. Sul posto sono crollate parte delle impalcature che servivano per i lavori di restauro e successivamente guglia e tetto. Elicotteri hanno sorvolato immediatamente la zona, dove l'evacuazione è stata subito predisposta per delimitare il perimetro di sicurezza.

"Non resterà più niente"

"Sta bruciando tutto, tutta la struttura, che risale al XIX secolo da una parte e al XIII dall'altra, non resterà più niente", così André Finot, portavoce della cattedrale di Parigi, parlando con AFP e riferendosi alla struttura di legno che sostiene il tetto della cattedrale. La guglia, alta 93 metri, è crollata su se stessa. Secondo quanto riferisce il portavoce della chiesa, l'incendio è divampato attorno alle 18.50.

La Santa Sede

"La Santa Sede ha accolto con shock e tristezza la notizia del terribile incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame, simbolo della cristianità in Francia e nel mondo". E' quanto afferma il direttore 'ad interim' della Sala Stampa della Santa Sede Alessandro Gisotti. "Esprimiamo vicinanza ai cattolici francesi e alla popolazione di Parigi e assicuriamo le nostre preghiere per i pompieri e quanti stanno facendo il possibile per far fronte a questa drammatica situazione", ha aggiunto. 

Il commento di Macron

"Notre dame de Paris è in fiamme", ha affermato Macron, sottolineando "l'emozione di un'intera nazione". Il presidente francese ha rivolto un "pensiero a tutti i cattolici e a tutti i francesi". "Come tutti i nostri compatrioti - ha concluso su Twitter- sono triste nel vedere questa parte di noi bruciare". 

"Danni colossali"

Emmanuel Gregoire, vice sindaco di Parigi, parla di "danni colossali" e che "è stata avviata una missione specifica per provare a salvare tutte le opere d'arte che sarà possibile salvare".

L'indagine

Secondo il quotidiano Le Monde, che cita fonti della procura di Parigi, la stessa procura ha aperto un'indagine per la distruzione dolosa della cattedrale. I pompieri precisano che le fiamme sono scoppiate nel sottotetto della cattedrale e che l'incendio, come detto in precedenza, potrebbe essere "legato" ai lavori di ristrutturazione dell'edificio, in corso da diversi mesi, in particolare per ripulire la struttura annerita dall'inquinamento. 

Parigini (e non solo) in lacrime

Alle persone è stato chiesto di evitare la zona limitrofa alla cattedrale, ma molti sono rimasti fuori a guardare l'evolversi della situazione. Incredulità per l'accaduto e in molti con le lacrime agli occhi per un pezzo della storia dell'umanità divorato dalle fiamme.

I più letti