Softball, Italia si qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020: battuta 5-0 la Gran Bretagna

Altri Sport

Quindici anni dopo l’Italia del softball torna alle Olimpiadi: le azzurre hanno battuto 5-0 la Gran Bretagna, vincendo a Utrecht il torneo di qualificazione olimpica. Il ct Obletter: "A Tokyo non andremo per fare una sfilata ma per vincere una medaglia: l'ho promesso a Malagò"

L’Italia del softball vola a Tokyo 2020. Le ragazze del ct Enrico Obletter hanno vinto il torneo di qualificazione olimpica disputato a Utrecht, battendo nella sfida decisiva la Gran Bretagna con un netto 5-0. Le Azzurre hanno strappato il pass per le Olimpiadi 15 anni dopo l’ultima partecipazione. Da Atene 2004 a Tokyo 2020: per l’Italia è un’altra grande soddisfazione dopo il titolo europeo conquistato in Repubblica Ceca a inizio luglio. Un sogno che si avvera, come ha scritto la federazione sul proprio account Instagram. La squadra di softball femminile è la seconda squadra qualificata ai prossimi Giochi Olimpici. L'altra è il Settebello nella pallanuoto, laureatosi campione del mondo in Cina grazie alla vittoria in finale con la Spagna.

Obletter: "A Tokyo per giocarci una medaglia"

"Questo obiettivo è stato raggiunto dopo tre anni di lavoro: abbiamo preso sonore mazzate, che ci hanno insegnato l’umiltà e la strada per vincere". Così il ct Enrico Obletter, che però guarda già avanti. "A Malagò ho promesso che non andremo a Tokyo a fare una sfilata: saremo lì per giocarci la medaglia. E io le promesse le mantengono sempre". Un monito alle sue ragazze: vietato sedersi sugli allori.

Visualizza questo post su Instagram

Abbiamo trovato tante immagini dell’ultimo out, di azioni di gioco, di strike out, battute o scivolate di questa ultima partita contro la Gran Bretagna, ma credo che tra le tante che ci sono in alta qualità, fatte sul posto da grandi e rispettosi professionisti che hanno dato una gran mano a tutta la macchina enorme che ha permesso l’organizzazione sia del torneo che delle singole federazioni, quella che ci ha emozionato di più è quella scattata a casa da una tifosa alla tv con il cellulare. Perché? Beh... Perché immortala un momento storico. Perché mostra che il movimento c’è e si emoziona guardando i propri ragazzi e ragazze. Perché ritrae il momento esatto in cui un sogno si avvera, sia quello di una bambina diventata una Dea del softball mondiale sia quello di migliaia di ragazze che sognano di poter un giorno conoscerla e diventare come lei e le sue compagne. Perché indossa la maglia dell’Italia. Perché dopo 15 anni lei e le sue sorelle hanno riportato l’Italia Softball alle Olimpiadi. Perché la prossima volta che indosserà quella maglia sarà a Tokyo 2020. Quelle lacrime sono ogni minuto speso in palestra, a tavola, a dormire presto, a rinunciare ad uscire con le amiche perche il giorno dopo c’era una partita, sul campo prima di tutte per fare extra, dal fisico per curarsi, a studiare, a parlare, a correre, lontano da casa...ogni singola lacrima vi ha portato ad essere tra le migliori al mondo. Grazie ragazze. 🇮🇹🥎 #letsmakeithappen #ibspa #italianbaseballsoftballplayersassociation #italy #italia #womenssoftball #ITALYSOFTBALL #baseball #beisbol #roadtotokyo #WBSC #italiabaseball #italybaseball #athlete #sport #italiasoftball #ItaliaTeam #olympicqualifiers #gretacecchetti #teamitaly #wemadeithappen

Un post condiviso da The IBSPA Official Instagram (@italianbsplayersassociation) in data:

I più letti