Europei indoor, eliminati Howe-Jacobs. Ok Randazzo

Atletica

Lia Capizzi

filippo_randazzo_twitter

A Belgrado la prima giornata vede solo l'atleta catanese delle Fiamme Gialle qualificarsi per la finale del salto in lungo (7.89 metri e 5° posto). Howe chiude 10°, Jacobs 11°

Non una bella notizia per l'atletica italiana nella prima giornata di gare agli Europei indoor a Belgrado. La squadra azzurra riponeva grandi speranze nel salto in lungo maschile con ben tre atleti in gara (Jabobs, Randazzo e Howe) capaci di volare oltre gli 8 metri agli Assoluti di Ancona di due settimane fa.

Solo Filippo Randazzo, il più giovane del terzetto azzurro, si è qualificato per la finale in programma sabato 4 marzo. Il 20enne catanese delle Fiamme Gialle, con un salto di 7.89 metri, chiude al 5° posto le qualificazioni del lungo (7.72, 7.89, nullo, il computo della serie completa)

Eliminati a sorpresa gli altri italiani. Niente da fare per Andrew Howe (7.71 metri, 10°) che proprio 10 anni fa a Birmingham vinceva l'oro europeo indoor. Fuori anche il primatista stagionale Marcell Jacobs (7.69 metri, 11°).

Degli otto atleti che hanno conquistato l'accesso alla finale, solo l'ucraino Serhiy Nykforov è riuscito a superare gli 8 metri saltando 8.18. Si tratta della miglior prestazione mondiale stagionale.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche