Salto in lungo: record italiano U20 per Larissa Iapichino, figlia di Fiona May

Atletica
larissaiapichino

La 16enne, figlia di Fiona May e Gianni Iapichino, con un formidabile 6,64 realizza il primato nazionale under 18 e anche under 20, superando Maria Chiara Baccini (6,55) ai campionati italiani allievi in corso ad Agropoli: "Mi sembra impossibile. A scuola quest'anno mi hanno massacrata, ma sono sopravvissuta e tenevo tantissimo a questi campionati italiani"

Salto da record per Larissa Iapichino alla seconda giornata dei Campionati italiani allievi ad Agropoli (Salerno). La 16enne toscana con un formidabile 6,64 (+0.2) nel lungo realizza il primato nazionale under 18 e anche under 20, superando all'ultimo tentativo il limite di Maria Chiara Baccini (6,55 nel 1998). Per la doppia figlia d'arte, di Gianni e Fiona May, è la migliore prestazione mondiale U20 dell'anno. Una gara spettacolare in cui la portacolori dell'Atletica Firenze Marathon cresce quattro volte con una progressione che entusiasma il pubblico: 6,44 (vento -1.0) e 6,49 (-0.2) nei primi due salti, poi al quinto arriva a un centimetro dal record con 6,54 (+0.3), fino al clamoroso balzo che vale anche l'ingresso nella top ten italiana di sempre, all'ottavo posto. Nella qualificazione di venerdì si era portata a 6,39, incrementando il primato personale di 6,38 ottenuto nella scorsa stagione, e quindi l'allieva allenata da Gianni Cecconi e Ilaria Ceccarelli si migliora in tutto di 26 centimetri durante la rassegna tricolore, quando manca meno di un mese agli Europei under 20 di Boras (Svezia, 18-21 luglio). La figlia di Gianni Iapichino e Fiona May, con questa misura, può anche sperare nella clamorosa qualificazione al mondiale, in programma a Doha dal 27 settembre al 6 ottobre.

"Mi sembra impossibile"

"Non riesco a realizzare cosa ho fatto - le prime parole di Larissa - Il 6,54 al quinto salto mi ha lasciata perplessa, mancava un solo centimetro al record italiano e non poteva finire così. Mi sembra impossibile. mi sono detta 'Larissa, hai l'ultimo tentativo, hai già vinto il tuo titolo, divertiti e tira fuori il meglio'. E' arrivata la misura e non ci credevo! Oggi ho fatto una serie, a mio parere, mostruosa". "Finora avevo fatto solo 'garacce', con pochi salti, o col maltempo. Spesso in gara mi sono ritrovata stanca e scarica, perchè ho dovuto studiare parecchio e dormivo veramente poco. A scuola quest'anno mi hanno massacrata, ma sono sopravvissuta e tenevo tantissimo a questi campionati italiani", ha aggiunto la 16enne toscana.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche