Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
30 giugno 2019

Diamond League Stanford, Tortu sognando California

print-icon

Nuovo esame per Filippo Tortu nella settima tappa della Diamond League (diretta Sky Sport Uno e Sky Sport Arena dalle 22.00). Il ventunenne primatista italiano dei 100 sarà impegnato al Prefontaine Classic, previsto quest’anno a Stanford per il rifacimento dello stadio di Hayward Field a Eugene, in un campo di gara assai somigliante a quello dove si disputerà il prossimo campionato del mondo a Doha

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

A Stanford, oltre a Tortu, ci sarà anche Christian Coleman, già vincitore della tappa di Oslo e primatista mondiale stagionale, in una sorta di prologo ai campionati americani di fine luglio. Tra gli avversari figurano infatti Justin Gatlin, che a 37 anni è intenzionato a difendere il titolo mondiale conquistato due stagioni fa a Londra, Michale Rodgers, Cameron Burrell e Cravon Campbell.

In un campo di gara dove tutti flirtano costantemente con tempi tra i 9”90 e i 10 netti, a Tortu solo un ritocco del primato italiano potrebbe consentirgli di non finire in fondo alla gara. Oltre all’azzurro i soli due non americani in ista saranno l’inglese Zarnell Hughes, campione europeo in carica, e il giamaicano Tyquendo Tracey. Ed essere ammessi in un simile contesto a soli 21 anni per Pippo è già uno straordinario onore.

Anche le altre gare presentano cast straordinari, ne segnaliamo due. Il salto con l’asta, dove in quattro hanno saltato almeno una volta i 6 metri in carriera: il francese Renaus Lavillenie, lo svedese Armand Duplantis, il brasiliano Tiago Braz e l’americano Sam Kendricks. Sono, rispettivamente, il campione olimpico di Londra, il campione europeo, la medaglia d’oro dei Giochi di Rio e l’attuale campione del mondo.

Tra le donne bellissimi i 200 con le tre regine della specialità: la giamaicana Elaine Thompson, l’olandese Dafne Schippers e la britannica Dina Asher Smith. Si salterà anche sulle barriere basse dei 400 ostacoli, dove ha rinunciato per infortunio il qatarino Abderhamman Samba. Sarà così l’americano Rai Benjamin a provare a far tremare il primato del mondo stabilito da Kevin Young alle Olimpiadi di Barcellona. Era il 1992, sono passati 27 anni. Sarebbe ora di aggiornare la lista dei primati.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi