Diamond League, a Losanna a caccia di record. Dalle 20 live su Sky Sport Arena

Atletica

Nicola Roggero

La Diamond Legaue arriva a Losanna, per l’ottava tappa. Gara più attesa i 200 metri dove lo statunitense Noah Lyles e il canadese Andrè De Grasse andranno a caccia del record del meeting di Usain Bolt (19"58).  In pista per l'Italia anche José Bencosme, nei 400 metri ostacoli. Diretta esclusiva stasera dalle 20 su Sky Sport Arena

DIAMOND LEAGUE STANFORD, COLEMAN VINCE 100 METRI. TORTU 7°

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

L’aria è quella salubre che arriva dal lago Lemano, lo stadio piazzato nella parte alta della città a sfruttare sino in fondo il minimo di altura dei 500 metri su livello delmare. Anche per questa ragione Athletissima, il meeting di Losanna che è l’ottavo appuntamento stagionale della Diamond League, gode una meritatissima fama per le prestazioni.

In tutte le discipline, salti compresi, ma mai come questa volta l’attenzione sarà puntata sulla velocità. E se nei 100 Justin Gatlin vorrà ancora una volta dimostrare che 37 primavere non sono sufficienti per farlo desistere dall’obiettivo di arrivare ai Giochi di Tokio, sarà la battaglia sui 200 ad infiammare la Pontaise, lo stadio che ha il diritto di chiamarsi olimpico pur senza aver mai ospitato alcuna edizione della manifestazione dei 5 cerchi: ma Losanna, sede del Cio, consente il vezzo.

I 200, si diceva, con la sfida tra Noah Lyles, Andrè De Grasse e Ramil Guliyev. Un americano, un canadese e un turco, ma stavolta non sarà affatto una barzelletta. Lyles, ventiduenne di Gainesville, è ancora infuriato per la sconfitta al Golden Gala subita da Norman e lui non è certo abituato a vedere il suo nome preceduto da un numero che non sia l’uno. Andre De Grasse, dopo due anni di tribolazioni dovute a guai fisici, ha dimostrato ad Ostrava di essere tornato quel talento che ai Giochi di Rio fu il miglior attore dello sprint dopo Usain Bolt, premio Oscar anche in quella circostanza. E Ramil Guliyev, al solito, ha deciso di reagire a un periodo di non brillanti prestazioni continuando a gareggiare dappertutto. In fondo, il campione del mondo in carica è pur sempre lui.

L’atletica non è aritmetica, vero, però se si sommano tre addendi (pista ideale, talento dei protagonisti, curriculum storico del meeting) non è azzardato pensare ad un tempo sotto i 19”70. E chissà, con un piccolo sforzo, oggi di fantasia, domani di muscoli, che non si possa arrivare anche al record di Losanna. L’asticella è sistemata a 19”58, a piazzarla lì, manco a dirlo, un signore giamaicano dotato di discreta velocità.

Appuntamento con l'ottava tappa della Diamond League 2019 in diretta esclusiva questa sera dalle ore 20 su Sky Sport Arena. Telecronaca di Nicola Roggero, affiancato al commento da Stefano Baldini.

I più letti