Caricamento in corso...
23 luglio 2017

Golf, Jordan Spieth vince l'Open Championship

print-icon
Spieth

Jordan Spieth conquista l'Open Championship (Foto Getty)

Il texano conquista il terzo major in carriera, battendo il connazionale Matt Kuchar al termine di un ultimo giro da batticuore deciso solo alle ultime buche a Southport. Il 23enne chiude con un giro in 69 per un totale di 268 (-12)

Jordan Spieth, il predestinato. Il campione texano oltrepassa ogni ostacolo e vince la 146esima edizione dell’Open Championship, il terzo major della carriera. Spieth gioca in qualsiasi condizione, batte il vento, batte il suo diretto avversario, l’altro americano Matt Kuchar, in un finale che ha il sapore di un match play. 17 anni dopo la coppia Tiger Woods-David Duval nel 2000 a St Andrews, due americani si ritrovano ad un Open Championship l’uno di fronte all’altro. Ed alla fine Spieth mette i putt decisivi. Dopo il blackout tecnico della buca 13 ritrova se stesso, tira fuori uno swing tutto nuovo e mette in mostra solo colpi spettacolari per la sua corsa trionfale verso il successo al Royal Birkdale che aspettava dal 2015, l’anno della sua consacrazione, l’anno della doppia vittoria al Masters ed allo Us Open.
In questa battaglia Matt Kuchar non può che togliersi il cappello ed inchinarsi davanti ad un giovane che già ora sta lasciando le impronte di un mostro sacro del golf ed ora si gode la claret jug, il simbolo del torneo più antico e con più tradizione al mondo.
Chiude in terza posizione la sorpresa cinese di appena 21 anni Haotong Li che, con lo strepitoso 63 dell’ultimo giro, si piazza davanti a Rory Mcilory. Ad Alfie Plant, il miglior dilettante in campo, la silver medal con l’augurio di guardare al futuro prendendo esempio da un talento come quello di Jordan Spieth.