Presidents Cup, trionfo degli USA sotto gli occhi di Trump

Golf
trump_getty

Il Presidente è sbarcato in elicottero nel New Jersey per assistere alla decima affermazione degli Stati Uniti contro il Resto del mondo. Bristish Masters, Paul Dunne beffa Rory McIlroy: il nordirlandese chiude secondo

Dopo Clinton, Bush e Obama, mancava solo lui: Donald Trump. Il Presidente degli Stati Uniti, grande appassionato di golf, è sbarcato in elicottero sul percorso del Liberty National GC, a Jersey City nel New Jersey, per l'ultima giornata della Presidents Cup. Trump ha così potuto assistere al trionfo degli USA contro il Resto del mondo, con la squadra a stelle e strisce che si è imposta 19-11 al termine degli ultimi 12 singoli. 6-3 le vittorie parziali per il Resto del mondo, con i successi americani che portano la firma di Daniel Berger (che ha centrato il mezzo punto necessario per il matematico trionfo), Phil Mickelson e Rickie Fowler. Per gli USA si tratta della decima affermazione in 12 edizioni: l'unica vittoria del Resto del Mondo risale a quella del 1998. 

British Masters, McIlroy beffato

Paul Dunne (260, -20) si è imposto a sorpresa nel British Masters, torneo dell'European Tour che si è svolto sul percorso del Close House GC (par 70), a Newcastle-upon-Tyne in Inghilterra. Con un parziale di 61 colpi (-9), l'irlandese (al primo trionfo nel circuito europeo) ha reso vano il tentativo di ritorno alla vittoria del nordirlandese Rory McIlroy (263, -17), secondo e in rimonta dalla settima piazza con un 63 (-7). Al terzo posto con 264 (-16) troviamo lo svedese Robert Karlsson, in vetta dopo tre turni. Quarta piazza con 266 (-14) per il tedesco Florian Fritsch, lo svedese David Lingmerth e l’inglese Graeme Storm, mentre il il tedesco Martin Kaymer ha chiuso 20^ a 11 lunghezze dalla vetta. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche