Golf, Open Italia: Pulkkanen in testa dopo la prima giornata

Golf

Alessandro Lupi

E' Tapio Pulkkanen la grande sorpresa della prima giornata del 76° Open d'Italia: all'Olgiata Golf Club di Roma il 29enne finlandese termina al comando dopo 18 buche. A centro classifica Molinari, Pavan e Laporta i migliori degli italiani

RISULTATI

Archiviate le prime 18 buche del 76esimo Open d'Italia, ci si proietta nella giornata del taglio, da cui solo la metà dei giocatori uscirà con in tasca un pass per il weekend. Per usare una metafora ciclistica, in fuga c'è il finlandese Tapio Pulkkanen, partito fortissimo con 5 birdie nelle prime buche e uno score finale di -7. Francesco Molinari, che insegue la terza vittoria nell'Open di casa dopo quelle del 2006 e del 2016, ha chiuso in par un giro tra alti e bassi che lo ha visto però crescere col passare delle buche e imbucare un bellissimo putt alla 9 che gli ha permesso di non chiudere sopra par. Stesso discorso per Matteo Manassero, capace di mettere a segno 4 birdie nelle ultime 7 e recuperare dal +3 al par. Il migliore dei nostri, assieme a Francesco Laporta, è il giocatore forse più atteso dal pubblico dell'Olgiata: quell'Andrea Pavan che su questo campo ha tirato i primi colpi e la cui famiglia abita a poche centinaia di metri dal percorso romano. Giunto all'ultima buca con uno score di un colpo sotto il par, ha chiuso con un grande birdie alla 18 che ha decisamente scaldato la tribuna.

Tra i big, bene Justin Rose (che giocava proprio in team con Andrea), che ha chiuso a -5 cambiando decisamente marcia nelle seconde nove buche, dopo aver chiuso in par le prime nove. Decisamente meno bene Shane Lowry, attuale Open Champion, che si trova nelle retrovie assieme a Martin Kaymer e Ian Poulter con uno score di +1. È comunque ancora molto presto per fare previsioni, tutto rimandato quindi al termine delle prime 36 buche, quando conosceremo i 70 (più pari merito) che si contenderanno il titolo fino a domenica sera.

I più letti