Francesco Molinari: "Non sono al 100% della condizione ma punto al Masters"

Golf

Francesco Molinari ha parlato prima dell'Arnold Palmer Invitational, ultimo torneo vinto nel 2019: "L'inizio dell'anno non è stato buono, sono indietro rispetto a dove avrei voluto essere, ma ho pianificato il Masters come obiettivo"

"L'inizio di stagione non è stato buono come speravo e sono un po' indietro rispetto a dove pensavo di essere, ma siamo solo all'inizio. Credo di aver pianificato al meglio le prossime settimane in vista del Masters". Queste le sensazioni di Francesco Molinari alla vigilia dell'Arnold Palmer Invitational, torneo del PGA Tour in programma da giovedì a domenica in Florida. A Orlando il piemontese, a distanza di un anno dalla sua ultima vittoria, proverà a bissare l'impresa del 2019. L'azzurro, campione in carica, è chiamato al riscatto dopo un periodo caratterizzato da delusioni sul green, con tre tagli consecutivi prima del 53° posto in Messico. Grandi stimoli per Chicco Molinari, che giocherà i primi due round al fianco di Rory McIlroy, leader mondiale, e Justin Rose, campione olimpico a Rio de Janeiro 2016 ed ex numero 1 del world ranking. "Laser Frankie" ha parlato anche dell'emergenza coronavirus e della preoccupazione per i suoi genitori, che vivono a Torino: "Non sono più giovanissimi e quindi ovviamente sono un po' in pensiero per loro. Ma stanno bene e al momento non c'è nulla di cui spaventarsi". 

I più letti