Caricamento in corso...
26 luglio 2017

Pellegrini: "I miei ultimi 200, ma non mi ritiro"

print-icon

La campionessa azzurra ha commentato così la vittoria nei 200 stile ai Mondiali di Budapest: “Non pensavo fosse possibile, ora continuerò a nuotare seguendo altre strade”. Malagò: “Senza parole, emozione infinita”

E’ una Federica Pellegrini incredula quella che commenta l’ultima medaglia conquistata in carriera, nel 7° mondiale consecutivo: “Adesso posso dire di essere in pace. Volevo una medaglia importante dopo quello che è successo l'anno scorso, ma non pensavo però all'oro. Non so cosa sia successo, devo ancora rendermene conto. Non pensavo fosse possibile, ma ho fatto una gara giusta - ha proseguito la fuoriclasse veneta -. Non lo so dove ho trovato questa energia".

Poi, l'annuncio: "Non gareggerò più a livello internazionale nei 200 stile. E' giusto chiuderli qui. Chiudo a casa mia, i 200 sl, da padrona di casa. Non mi ritiro perché ho ancora voglio di gareggiare ma sposto l’asticella verso il basso facendo altre gare d'ora in poi".

"Per me - aggiunge poi la Divina - è stato un anno incredibile dopo la vasca corta. Un ringraziamento a tutte le persone che piangevano dopo il quarto posto a Rio e che hanno pianto con me adesso. Grazie a tutti, alla mia famiglia, al mio allenatore, a Giovanni che era qui anche oggi".

Malagò: “La più grande atleta che abbia visto”

"Sono senza parole, è un'emozione infinita: come il primo giorno, forse di più. Certo è la più grande atleta che io abbia visto". Giovanni Malagò, presidente del Coni, urla la sua gioia per l'impresa di Federica
Pellegrini, capace di andare a cogliere l'oro mondiale nei 200 sl a quasi 29 anni. "Per certi versi questa è una gioia inaspettata - conclude Malagò - ma Federica non finisce mai di stupire".