Mondiali Nuoto 2018: Martina Carraro bronzo nei 50 rana. Delusione per Scozzoli: quarto nei 100

Nuoto

Nella seconda giornata dei Mondiali in vasca corta di Hangzhou grande prestazione per la ranista azzurra che sale sul terzo gradino più alto del podio nei 50 migliorando anche il precedente record italiano. Delusione invece per Scozzoli, che ha chiuso al quarto posto la finale dei 100 rana. La Bianchi quinta nei 200 farfalla

CARRARO LACRIME DI BRONZO, LA STORIA DI MARTINA

DETTI, BRONZO DI RABBIA. PELLEGRINI QUARTA CON IL SORRISO

Arrivano ottime notizie ma anche delusioni dalla seconda giornata di gare ai 14mi Campionati Mondiali di nuoto in vasca corta in corso a Hangzhou, in Cina. La prima arriva dalla splendida Martina Carraro capace di portare a casa la prima medaglia azzurra di questa manifestazione: il suo 29'59, infatti, le vale oltre al nuovo record italiano anche il terzo posto nei 50 rana alle spalle della Atkinson e della Meilutyte e una fantastica medaglia di bronzo che la proietta nel gotha del nuoto mondiale.

La delusione, invece, arriva da Fabio Scozzoli, che non è riuscito a salire sul podio dei 100 rana per 35 centesimi. Di fronte al 56″01 di Van der Burgh, vincitore, e al 56″10 di Shymanovich (secondo) e al 56″13 di Koseki (terzo), a Fabio sarebbe servito, come preventivabile, il nuovo record italiano per salire sul podio, ma il nuotatore azzurro non era nella sua migliore giornata considerato che ha anche peggiorato di 18 centesimi il tempo fatto segnare ieri.

Non è una delusione invece il quinto posto di Ilaria Bianchi con 2’05″57 nella finale dei 200 farfalla. L'azzurra ha provato a resistere alle sue avversarie ma si è dovuta arrendere ai tempi della Hosszu, prima in 2’01″60, della Dahlia, seconda in 2’01″73, e a quelli della Hasegawa (2’04″04) e della Grangeon (2’04″91).

La prima volta della Quadarella

Per la stella del nuoto azzurro, Simona Quadarella, che compirà 20 anni la prossima settimana, quella di domani sugli 800 sl sarà la prima finale in carriera ai Mondiali in vasca corta di Huangzhou, Cina. Nelle qualifiche di stanotte l'azzurra ha fatto il quarto miglior tempo in 8'18"68, che tuttavia è lontano ben tre secondi dal suo personale. Il che lascia ben sperare per la finale di domani dove comunque affronterà, fra le altre, anche la fortisisma 16enne cinese Wang Jianjiahe, primatista mondiale juniores sulla distanza in 7'59"44, e autrice quest'anno del miglior tempo in 8'07"59. Quadarella, che quest'anno agli Europei in vasca lunga, a Glasgow, è stata protagonista di una strepitosa tripletta d'oro nei 400, 800 e 1500 sl, è fiduciosa: "vediamo come andrà la finale domani - dice la nuotatrice romana. Mi sentivo bene in acqua; ho nuotato facilmente, senza forzare. Magari la cinese è irraggiungibile però con le altre me la gioco. Dovrò sicuramente nuotare il mio personale".

I più letti