Pallanuoto, Champions League: la Pro Recco ospita la Dinamo Mosca

Nuoto

Daniele Barone

Comincia il girone di ritorno e a Sori la Pro Recco ospita la Dinamo Mosca già battuta nettamente a casa sua due settimane fa. Appuntamento alle ore 20.30 su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena

E adesso? Adesso che il girone d’andata è stato chiuso a punteggio pieno, adesso che quota 100 è stata toccata (tanti sono stati i gol segnati nelle prime sette partite di questa Champions, tredici in più di un anno fa), adesso che tutti gli avversari sono stati sbriciolati, eccezion fatta per Brescia e Barceloneta comunque battuti con una grande prova di testa e di spirito di squadra? E adesso che sta per cominciare la discesa verso le Final Eight di Hannover che Pro Recco sarà? Anzi, cosa dovrà essere? Ratko Rudic tanti dubbi non ne ha: “Quello che abbiamo fatto fino a qui non è niente. Bisogna continuare ad avere la massima concentrazione, a cominciare da questa partita con la Dinamo Mosca. Loro sono una buona squadra e ci terranno a far vedere che non sono quelli battuti all’andata”.

Ma da lì, inevitabilmente, bisogna ripartire. Da quel 14 a 5 con il quale i campioni d’Italia sono passati nella piscina di Mosca, dominando dal primo sprint fino alla sirena finale, dimostrando di avere risorse in questo momento non pareggiabili da gran parte delle partecipanti a questa edizione di Coppa Campioni. Valori che lo stesso ultimo match della nostra nazionale, martedi scorso a Palermo, contro il Montenegro, per l’Europa Cup, ha ribadito: i cinque gol di Francesco Di Fulvio (sempre più protagonista) e i cinque del compagno/avversario Aleksandar Ivovic hanno fatto felici contemporaneamente Alessandro Campagna che, con il Settebello, vola in testa la girone di questo torneo e Rudic che sa di avere a disposizione il meglio attualmente in circolazione per provare a dominare con i biancocelesti in Italia (sabato, intanto, contro la Roma in campionato è arrivata la 14esima vittoria consecutiva) e in Europa.

Un esame per la testa e dare fare con la testa, insomma, questo con la Dinamo Mosca a Sori. Farlo al meglio anche nella prossima a Eger e poi aspettare con la carica migliore la partita successiva, contro il Barceloneta, il 15 marzo. E quella, pur giocando in casa, pur ricordandosi della gran bella partita vinta in Catalogna (black out del terzo tempo a parte…), sarà tutta un’altra storia. Forse già un anticipo di quello che rivedremo a giugno, ad Hannover.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport