Europei nuoto: 1000 medaglie Italia, argenti Rivolta e 4x50 mista sl. Bronzo Ceccon

Nuoto
Andrea Staccioli e Giorgio Scala / DBM – Inside
staffetta_4_x_50_sl_mista_Andrea Staccioli e Giorgio Scala _ DBM - Inside

Arrivano ancora gioie da Kazan, alla penultima giornata degli Europei di nuoto in vasca corta di Kazan. L’Italia sorride con altre tre medaglie, due argenti (Rivolta nei 50 farfalla e 4x50 stile mista) e Thomas Ceccon, sempre nei 50 farfalla per un podio con tanto azzurro. La staffetta è la 1000^ all-time ai campionati europei della Federnuoto in tutte le discipline 

Non arriva l'oro per l'Italia nella penultima giornata degli Europei di nuoto in vasca corta di Kazan, in Russia, ma l'Italia gioisce comunque grazie agli argenti di Rivolta e della staffetta 4x50 stile mista (che conquista la medaglia numero 1000 del nuoto azzurro) ed il bronzo di Thomas Ceccon nei 50 farfalla, una serie di nuovi primati italiani (Rivolta nei 50 farfalla, Nicolò Martinenghi nei 50 rana, Lorenzo Mora nei 200 dorso, Silvia Di Pietro nei 50 farfalla e Alessandro Miressi nei 100 stile libero e tanti segnali positivi.

1000^ medaglia ai campionati europei per la Federnuoto

Emblematico e suggestivo che la medaglia n°1000 ai campionati europei della Federnuoto in tutte le discipline con la staffetta mixed stile libero. Un simbolo d'insieme, di tutte le atlete e gli atleti che si sono susseguiti dai primi titoli conquistati agli europei di Bologna 1927 con l'argento di Giuseppe Perentin nei 1500 (vinti dallo svedese Arne Borg che nuotò per la prima volta sotto i 20 minuti in 19'07"2) e i bronzi di Luciano Cozzi nel trampolino ed Ezio Selva dalla piattaforma. La medaglia numero 1000 (333 ori, 306 argenti e 361 bronzi) porta la firma di Alessandro Miressi (21"33), Lorenzo Zazzeri (20"59), Silvia Di Pietro (23"48) e Costanza Cocconcelli (24"00) per l'1'29"40 che vale il secondo posto in ex aequo con la Russia.

Due medaglie nei 50 farfalla

L'Italia non aveva mai conquistato una medaglia nei 50 farfalla, ne prende due tutte insieme. Matteo Rivolta conquista l'argento col record italiano di 22"14; Thomas Ceccon il bronzo in 22"24, restituendo al 30enne milanese il primato che gli aveva sottratto in semifinale dopo il turno delle batterie. Gli italiani sono preceduti solo dall'ungherese Szebasztian Szabo (campione d'Europa in lunga e argento in corta), oro nei 50 stile libero e nel 100 farfalla, che in 21"75 stabilisce il record del mondo ed europeo. Strafelice Rivolta per una medaglia che sa di rinascita: "Non è stata una gara impeccabile. Pensare che da giovane i 50 proprio non riuscivo a farli. Invece adesso mi ritrovo vice campione europeo e primatista italiano". Sorriso pieno anche per Ceccon: "Sono felicissimo di dividere il podio con Matteo. Ho sbagliato qualche cosa anche io, ma i 50 sono una gara pazza e i dettagli fanno la differenza - racconta il gigante veneto -. È la mia seconda medaglia individuale e adesso devo guardare avanti per crescere, maturare e vincere ulteriormente".

Gli altri risultati di sabato

Niente podi nei 200 stile libero, Matteo Ciampi ci va vicino, portando il personale sull' 1'42"82 e pagando 31 centesimi dall'olandese Stan Pijnenburg che conquista il bronzo. Marco De Tullio in finale si pianta sull'1'44"04 per l'ottavo posto. Quarta anche Elena Di Liddo che chiude i 100 farfalla in 56"61. In controprestazione anche Ilaria Bianchi, ottava in 57"98. Quarta pure Costanza Cocconcelli nei 200 misti in 2'08"59, ma lontana dal bronzo della turca Viktoria Zeynep Gunes in 2'07"67. La vittoria va all'israeliana Anastasia Gorbenko, che precede in 2'05"17 la svizzera Maria Ugolkova, 2'06"41. Non riesce l'impresa a Margherita Panziera. La 26enne primatista italiana si piazza settima nei 100 dorso in 57"53, molto lontana dal podio che ripropone Kira Toussaint d'oro in 55"76 per il percorso netto della specialità dopo i successi nei 50 e nei 200 (nel 2019 fu autore della doppietta 50-100). Cambiano posto sul podio, rispetto ai 100, l'altra olandese Maaike De Waards (Ned), argento in 56"40, e la francese Analia Pigree, bronzo in 56"40. Nicolò Martinenghi si esalta e si prende la finale dei 50 rana in vasca con lui ci sara' anche Fabio Scozzoli. Finale centrata anche per Benedetta Pilato e Arianna Castiglioni nei 50 rana donne, Mora e Lamberti nei 200 dorso uomini, Miressi e Zazzeri nei 100 stile, Orsi nei 100 misti, Di Liddo e Di Pietro nei 50 farfalla donne. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche