Scherma, Bebe Vio trascina l'Italia: altri due ori

Scherma
scherma_twitter

La Nazionale paralimpica azzurra, nella tappa di Coppa del Mondo a Eger, vince due medaglie d’oro: il primo successo arriva dalla squadra di fioretto femminile (composta da Bebe Vio, Loredana Trigilia e Andreea Mogos), il secondo trionfo è firmato Alessio Sarri nella sciabola maschile (categoria B)

La Nazionale paralimpica azzurra scrive un’altra pagina importante nella storia della scherma italiana. Nella tappa di Coppa del Mondo a Eger, in Ungheria, la spedizione azzurra vince due medaglie d’oro. Il primo successo arriva dalla squadra di fioretto femminile, composta da Bebe Vio, Loredana Trigilia e Andreea Mogos. Il trio azzurro ha superato in finale l’Ungheria con il risultato di 45-42.

Il bis di Sarri - Il secondo trionfo italiano porta la firma di Alessio Sarri: dopo il successo dello scorso novembre a Pisa, l’atleta romano raddoppia nella prova di sciabola maschile (categoria B) battendo in finale il polacco Castro per 15-9. L’Italia conquista anche un argento nella gara a squadre di spada maschile: il quartetto composto da Alessio Sarri, Emanuele Lambertini, Matteo Dei Rossi e Gabriele Leopizzi perde la finale contro la Russia per 45-30 e si piazza al secondo posto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche