Coppa del Mondo Sci, Lara Gut vince la discesa libera di Crans Montana. Brignone 7^

crans montana
gut

La sciatrice svizzera vince una gara di Coppa del Mondo dopo 24 mesi senza successi. Seconda la connazionale Suter, terza l'austriaca Venier. Federica Brignone, partita con il pettorale numero 1, chiude settima. L'azzurra resta seconda nella classifica generale 

Lara Gut-Behrami torna a vincere in Coppa del Mondo dopo due anni di digiuno. Nella discesa di Crans Montana (recupero di quella non disputata a Sochi per il maltempo) l'elvetica ha preceduto la connazionale Corinne Suter e l'austriaca Stephanie Venier. Si tratta del 25° successo in carriera per la svizzera, che non saliva sul gradino più alto del podio dalla discesa di Cortina del gennaio 2018. Federica Brignone, partita con il pettorale numero 1, chiude settima con una gara meno positiva del solito. Nona Marta Bassino, davanti a Elena Curtoni. Più indietro Nicol Delago, Francesca Marsaglia e Laura Pirovano.

La classifica generale di Coppa del Mondo

Nella classifica generale di CdM resta al comando Mikaela Shiffrin (ancora assente per la recente morte del padre) a quota 1.225. Brignone è seconda a 1.148 punti davanti alla slovacca Petra Vlhova, terza con 1.121 punti dopo il quarto posto della libera odierna. 

"Il pettorale numero 1 e' un rischio che ci siamo voluti prendere, fa molto caldo e non volevo partire con la neve molle. Da una parte avrei preferito anche guardare qualcuno prima di me, ma dubito sarebbe cambiato qualcosa". Cosi' Federica Brignone, settima e migliore azzurra, ha commentato la prima discesa di Crans Montana".

Brignone: "Non la mia miglior gara"

"Ho sbagliato l'ingresso del piano, dove sono andata troppo dritta, non prendendo quindi posizione. Sono finita larga e, nell'ultimo muro, non ho rischiato come avrei dovuto - ha detto Brignone dopo la gara -. Domani cercherò di fare meglio e studierò il video per capire dove posso fare un salto di qualità. Sono consapevole che oggi non ho fatto sicuramente il massimo di quello che è nelle mie possibilità". 

I più letti