Marta Bassino trionfa nel Gigante di Courchevel. Sul podio Hector e Vhlova. 5^ Brignone

Sci

di Elisa Calcamuggi

marta_bassino_ansa

Strepitosa prestazione di Marta Bassino, che conquista il Gigante di Courchevel. Per l'azzurra è la seconda vittoria di fila dopo Soelden, la terza in carriera. Completano il podio la svedese Hector e la slovacca Vlhova. Quarta l'americana Shiffrin, che ha preceduto Federica Brignone. Curtoni e Goggia chiudono, rispettivamente, in 17esima e 18esima posizione

Marta Bassino è diventata gigante. Passo dopo passo, gara dopo gara, la ritroviamo davanti a tutte. La sua progressione viene da lontano. Dal titolo di campionessa del mondo junior in gigante nel 2014. Poi il debutto in Coppa nello stesso anno e nel 2016 il primo podio a Soelden. Da allora in ogni stagione è salita di un gradino. Solo nel 2018 ha avuto una piccola crisi, poi si è ritrovata grazie al team, alla famiglia e agli allenatori. A vederla è sempre sembrata lo scricciolo del gruppo, ma fisicamente la sua potenza e la sua massa muscolare sono cresciute con lei, rendendola forte. Per questo su un tracciato come quello di Courchevel, nonostante la pista rovinata e le sollecitazioni, lei è riuscita a guidare lo sci, a creare velocità, spingendo a ogni curva e allo stesso tempo rimanendo leggera. Mentre la sua avversaria Petra Vlhova , alta 13 cm più di lei e con più di 10kg di peso, e che nella prima manche le aveva rifilato un distacco di 49 centesimi, è sembrata appesantita, quasi goffa in alcune curve, tanto che la Bassino con il miglior tempo di manche le ha rifilato 1 secondo e 8 centesimi. E’ tanto. Grazie a questa vittoria, l’azzurra rimane leader della classifica di slalom gigante ed è seconda in classifica generale a 162 punti dalla slovacca, che rimane dominatrice indiscussa della stagione: su 5 gare disputate la Vhlova non è mai scesa dal podio.

Bassino: "L'atteggiamento ha fatto la differenza"

A fine gara Marta Bassino commenta così il suo successo: "Oggi era una giornata difficile, ed era complicato fare una manche senza errori. Quello che ha fatto la differenza è stato l'atteggiamento. Io sono partita per attaccare e quello è stato l'atteggiamento vincente. Domani c'è un altro gigante, spero esca un po' di sole e proverò a fare ancora due belle manche". Complimenti a Marta Bassino anche da parte di Federica Brignone: "Marta è stata bravissima, perchè non si vedeva, ed era pieno di tagli della prima manche, ma lei ha superato tutto brillantemente". E sulla sua prova aggiunge: "Quando prendi 1"60 nella prima manche, si cerca di fare il massimo perchè nessuno è in pista per farti regali. Io ho dato il possibile, ho fatto ancora errori ma è andata molto meglio della prima"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche