user
26 ottobre 2017

C’è anche Marta Bassino nel gruppo di Sky Sports Scholarships

print-icon

La sciatrice azzurra è una delle 12 promesse dello sport europeo che Sky ha deciso di supportare. Non si tratta di una sponsorizzazione, ma di un impegno comune per lo sviluppo dello sport e dei suoi talenti. Ecco cosa è Sky Sports Scholarships e chi ne fa parte. CLICCA QUI PER LO SPECIALE

Un progetto per supportare le potenzialità degli atleti europei più promettenti, aiutandoli a raggiungere i migliori risultati in campo internazionale. È l’impegno di Sky, che attraverso la Sky Sports Scholarships sostiene 12 tra i migliori giovani talenti di Gran Bretagna, Repubblica d’Irlanda, Germania, Austria e Italia, vale a dire i Paesi dove il Gruppo Sky è presente.

Fra di loro, per la prima volta, anche un’atleta italiana: Marta Bassino, la 21enne cuneese nazionale azzurra di sci alpino: “È un super progetto, un’opportunità unica – dice - sicuramente mi farà crescere, devo imparare ancora tante cose”.

Nato nel 2012, il progetto di Sky, in continuità con la filosofia di promuovere lo sviluppo dello sport a tutti i livelli, ha già supportato fino alla loro piena e completa valorizzazione ben 20 atleti.

Nel triennio 2017-2020 altri nuovi 12 giovani talenti, tra cui la neo arrivata Marta Bassino, potranno quindi contare sul sostegno di Sky. Non si tratta di una sponsorizzazione; è un concetto molto più profondo del semplice aspetto economico: offre loro -assieme a una borsa di studio - anche il supporto di alcuni mentor specializzati nello sport, nel business, nello sviluppo personale e nella gestione dei rapporti con i media.

La Sky Sports Scholarships apre le sue porte agli sportivi di moltissime discipline, valorizza lo straordinario talento degli atleti paralimpici e, per la prima volta, include sport non olimpici come quelli estremi. Così, nella stessa squadra ideale, convivono tennisti (Emily Appleton e il tedesco Daniel Altmaier), pentatleti (Francesca Summers), nuotatori (Freya Anderson, Max Litchfield e Ellen Keane), ginnasti (Joe Fraser), talenti dell’atletica (Imani Lansiquot, Andrew Pozzi e la paralimpica Samantha Kinghorn), dello sci (la nostra Marta Bassino) e climbers (Molly Thompson-Smith). Ognuno di loro, con una storia diversa e appassionante alle spalle, verrà quindi seguito da vicino nei prossimi passi della propria carriera, con la possibilità di contare su un aiuto speciale per migliorarla. Primo grande appuntamento saranno i Giochi Olimpici invernali in Corea (Pyeongchang, 9-25 febbraio 2018), ai quali punta la nostra Marta Bassino.

L’esperienza accumulata dal 2012 ha permesso di affinare e implementare il progetto Sky Sports Scholarships, come conferma Jeremy Darroch, CEO del gruppo Sky: “Avendo testato con mano l’impatto che il support di Sky può avere su atleti giovani e talentuosi, ci siamo chiesti come poter rendere il programma ancora migliore. L’esperienza accumulata negli ultimi 6 anni ci ha permesso di offrite ai nostri nuovi ‘scolari’ opportunità ancora più incredibili e un supporto sempre più profondo. Non vediamo l’ora di iniziare a camminare al loro fianco”

“Marta entra a far parte di un eccezionale gruppo di giovani atleti nonché di future storie di successi sportivi – ha dichiarato Tony Lester, responsabile del programma Sky Sports Scholarships -. È un vero privilegio per noi potere avere un impatto positivo in un momento così decisivo per le loro carriere. Negli ultimi sei anni, Sky ha sostenuto più di 20 atleti nel Regno Unito e li ha aiutati ad alzare sempre di più l’asticella. Non vediamo l’ora di lavorare con Marta nel percorso che la porterà a Pyeongchang 2018. Con il sostegno di Sky, ci auguriamo che Marta possa raggiungere i suoi obiettivi sulle piste da sci e nella vita”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Ferrari, Giovinazzi in pista per i test Pirelli

Jesus: "Roma in semifinale non per caso"

Da Epic a Bionic, Brozovic: "Mi caricano così"

Italia, con l'Arabia Saudita la prima del nuovo CT

Solo infiammazione al ginocchio per Calhanoglu

Due gare, due ko: c’è del marcio in Minnesota

Come si presenta il Milan all'incontro con l'UEFA

Vitor Hugo usa hashtag Juve, tifosi lo correggono

Caos Damato! E il designatore corre ai ripari

Vettel meglio di Hamilton, lo dicono i numeri

Lutto Popovich, la NBA si stringe attorno al coach

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi