Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 ottobre 2016

Nella seconda giornata Milano e Venezia al comando

print-icon
rep

Jasmin Repesa (foto Ciamillo-Castoria)

ll lunch match tra Olimpia e Sidigas Avellino al Forum di Assago va ai padroni di casa. Poi bene Venezia con Capo d'Orlando, Brescia  porta a casa una vittoria in A dopo 28 anni. Caserta non ha scampo con Varese e Torino abbatte Pesaro. Cremona cede a Trento

Trentino-Cremona 90-77. La Dolomiti Trentino resiste al ritornodella Vanoli Cremona firmato da Turner e Holloway e chiude la gara con un 13-0 firmato Craft (13 punti e 9 assist) e Beto. Dopo aver per sofferto per un quarto la fisicità di TaShawn Thomas e aver resistito nella seconda metà gara alle fiammate firmate da Elston Turner e Tu Holloway rispondendo colpo su colpo con l'atletismo di Jefferson e l'energia di Hogue, la Dolomiti mostra la faccia cattiva nei 4 minuti finali del match piazzando un break di 13-0 che fissa il punteggio su un 90-77. Il finale punisce una buona Vanoli oltre i suoi demeriti. A firmare il parziale conclusivo, oltre alla passione dei 2.700 del PalaTrento, il vorticoso ritmo di un Aaron Craft determinante su entrambi i lati del campo.

La The Flexx Pistoia ha sconfitto l'Enel Brindisi con il punteggio di 89-81. E' stata una partita che Brindisi ha condotto, anche con ampio margine, per i primi trenta minuti, salvo poi squagliarsi nel finale. Enel avanti anche di 16 lunghezze nel primo tempo (18-2 dopo 5' per gli ospiti), di undici nella seconda frazione (39-28 al 18') e poi di dieci nella terza (51-41) al 23'. Solo al 31' Pistoia trova il primo vantaggio della gara ma da lì produce il parziale che scava il solco decisivo (71-61 al 36'). Il brindisino M'Baye, con 21 punti, è stato il miglior marcatore della partita.

Brescia-Cantù 76-56. Primo "urrà" in serie A per la neo promossa Germani Leonessa Brescia che in un Palageorge gremito batte la Red October Cantù  con il punteggio di 76-56. Un divario che sottolinea come la squadra di casa abbia sempre avuto in pugno la partita: soprattutto grazie ad una prova difensiva praticamente perfetta in un pomeriggio in cui Moore con 22 punti e Landry con 17 sono stati i trascinatori di squadra. Brescia ha avuto il merito di sfruttare al meglio la principale lacuna di Cantù vale a dire l'assenza dei due play Dowdell e Laganà.  

Varese-Caserta 93-74.  La Openjobmetis Varese incassa i primi due punti in campionato, dopo la sconfitta nel turno inaugurale subita a Sassari. Lo fa a spese della Pasta Reggia, vittoriosa invece alla prima giornata contro Reggio Emilia. Avara di contenuti tecnici una partita tra due formazioni profondamente rinnovate e ancora alla ricerca di una precisa identità e di un accettabile gioco d'assieme. Nel primo quarto regna l'equilibrio ma nel secondo il gioco si velocizza e perde ulteriore precisione. 

Torino-Pesaro 83-79.  La Fiat Torino festeggia nel migliore dei modi la prima partita casalinga con la nuova sponsorizzazione superando in volata per 83-79 la Consultinvest Pesaro. Partita molto tirata, decisa nel finale dalla maggior freddezza torinese, concretizzatasi con una tripla di Alibegovic per il 76-73 a 1'24" dalla fine e chiusa da Wright con un canestro in penetrazione nel cuore dell'area pesarese. La squadra di Bucchi ha disputato una buona partita, pagando nel finale il calo fisiologico di Fields e Jones: dopo aver avuto anche 8 punti di vantaggio sul 53-61 del 30', la Consultinvest è calata pagando la difesa intensa di Torino. Jones ha chiuso con 22 punti. La Fiat ha costruito la vittoria con un'ottima difesa nel quarto periodo e sull'asse playmaker-pivot: Wright ha realizzato 20 punti distribuendo 7 assist mentre White ha chiuso a 24 punti con 10 rimbalzi e 3/3 dall'arco dei 3 punti.

Venezia-Capo d'Orlando 84-69. Alla Betaland Capo d'Orlando non basta una prova d'orgoglio che le consente di restare in partita per quasi tre quarti. Troppo netta, per i siciliani, la differenza con l'Umana Reyer Venezia, ancor più sottolineata dalle assenze. Quando la squadra di De Raffaele inizia a difendere con intensità per la Betaland si spegne la luce e il team locale dilaga vincendo per 84-69.

Alle 12 si era giocata EA7 Olimpia Milan - Sidigas Avellino 87-81. Buona la prima uscita davanti al proprio pubblico per l'Olimpia, che vince al Forum contro Avellino. Repesa deve fare a meno di Mantas Kalnietis, recuperato ma non ancora al meglio, Bruno Cerella e Andrea La Torre. Il suo quintetto iniziale vede in campo Cinciarini, Dragic, Simon, Pascolo e Macvan. Olimpia che chiude in vantaggio il primo quarto 24-21 e va all'intervallo sul 40-38. Al rientro in campo coach Repesa ripropone lo stesso quintetto che ha cominciato la partita e alla fine del terzo quarto l'Olimpia è avanti 66-54. Il divario si allarga due volte a quota 16 all’inizio del quarto periodo con due canestri consecutivi di Gentile. Finisce 87-81.

 

EA7 Olimpia Milano