Basket, Serie A: Vincono Cremona e Venezia, la Virtus va ko con Cantù

Basket

Pietro Colnago

Nel giorno in cui il basket italiano onora Alberto Bucci, la Virtus Bologna ce la mette tutta ma perde a Cantù una gara giocata con grande agonismo. Vincono le due seconde in classifica rispettivamente contro Pistoia e Sassari. Successo in rimonta per Avellino contro Varese

IL BASKET PIANGE COACH BUCCI

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SERIE A DI BASKET

Il basket italiano onora un grande allenatore e un grande uomo, Alberto Bucci, All of famer del basket italiano e uomo simbolo della Virtus Bologna che portò allo scudetto della stella, scomparso nella serata di ieri dopo una lotta contro la malattia durata otto anni. Lo fanno i tifosi esponendo lo striscione sulle tribune di Desio dove la Virtus opposta ad una Cantù in striscia positiva da 5 partite, si gioca l'ottava posizione della classifica. L'inizio è un duello a distanza tra Jefferson per Cantù e Aradori e l'intervallo è 42 pari. Cantù tira la prima spallata nel terzo quarto con Gaines e quando a lui si aggiunge anche Stone il vantaggio brianzolo va in doppia cifra. Ma la Virtus non può mollare soprattutto in una serata come questa. Punter si scatena e segna la bellezza di 15 punti in fila che firmano l'88 pari ma nel finale è Blakes a mettere il canestro che vale il +5 e a nulla serve la schiacciata di Kravic, vince Cantù 96-94.

Molti arriìvi in volata nella ventunesima giornata: salendo nella classifica Avellino batte in rimonta Varese che, grazie ad Avramovic, Archie e Scrubb scappa nel primo quarto e coi canestri di Tambone e Ferrero arriva all'intervallo addirittura a +23. La reazione Sidigas è praticamente tutta nelle mani di Green che firma un parziale di 22-9 che ribalta la situazione per chiudere sul 76-71 e superandola per il terzo posto che condivide con Brindisi che però ha bisogno di un supplementare per avere ragione di Torino che si presenta all'ultimo minuto con 4 punti di vantaggio grazie a Mc Adoo. E’ Banks a segnare il canestro dell'82 pari e nel supplementare a decidere sono i 7 dei 21 punti segnati da Moraschini per chiudere sul 96-89.

Più agevoli le vittorie di Cremona e Venezia che continuano appiate in seconda posizione: i lombardi battono uno dei due fanalini di coda, Pistoia, 90-80, contando sui 23 punti di Crawford e i 20 di Ruzzier, i veneti si sbarazzano di Sassari 98-90 con Stone a quota 24 e la coppia Bramos Watt a 17. Chiude la giornata il testacoda Milano Reggio Emilia protagoniste del posticipo del lunedì.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.