09 febbraio 2017

Copa del Rey, Real nega il Bernabeu per la finale

print-icon
perez_real_madrid_getty

Florentino Perez, presidente del Real Madrid che ha annunciato l'impossibilità di giocare al Bernabéu il prossimo 27 maggio (Getty)

Così come negli anni passati, il presidente del Real ha reso noto che l'ultimo atto della coppa nazionale non si potrà giocare nello stadio del Madrid. "Per quel periodo sono previsti alcuni lavori", ha detto Perez. Mestalla e Vicente Calderon candidati a ospitare Barcellona-Alaves

La finale della Copa del Rey non si giocherà allo stato Santiago Bernabéu, casa del Real Madrid, nemmeno quest’anno. L’ultimo atto della competizione nazionale, che vedrà sfidarsi il Barcellona (che in semifinale ha eliminato l’Atletico Madrid) e l’Alaves (vittoriosa contro il Celta Vigo) non si disputerà nello stadio della squadra Blanca. A confermarlo è stato lo stesso presidente delle merengues in occasione di un evento di presentazione del libro sulla vittoria dell’undicesima Champions League, lo scorso maggio a Milano. "La finale di Copa qui? Non è possibile - ha detto Florentino Perez dal Bernabéu - proprio per quel periodo allo stadio saranno in corso alcuni lavori che non permetteranno a nessuna squadra di scendere in campo".

Lavori in corso -
Non è la prima volta che un fatto simile si verifica; così come gli anni scorsi la formazione allenata da Zidane non è riuscita ad arrivare fino in fondo alla competizione (nelle scorse settimane è stata infatti eliminata dal Celta di Giuseppe Rossi ai quarti di finale). Senza la squadra di casa, il Real Madrid ha sempre cercato di evitare di concedere il suo teatro ad altri club, soprattutto se questi erano i grandi avversari Barcellona - come in questo caso - o Atletico Madrid. Ospitare il club catalano, inoltre avrebbe portato con sé anche una serie di polemiche di carattere politico che spesso circondano le gare della Copa dedicata al Re spagnolo. Il prossimo 27 maggio, dunque, Barça e Alaves potrebbero affrontarsi sì a Madrid - come dovrebbe essere, essendo la capitale del paese - ma al Vicente Calderon, casa dell’Atletico. In alternativa, scrive la stampa spagnola, c’è anche l’ipotesi Mestalla di Valencia, che già negli anni scorsi è stato palcoscenico della finale. Niente Bernabéu dunque, ancora una volta.

Favola Alaves - Il Barcellona - che non avrà a disposizione né Luis Suarez, squalificato per due turni, né Sergi Roberto espulso contro la squadra di Simeone - sulla carta è il grande favorito. Di fronte ci sarà l’Alaves, protagonista di una vera e propria favola che ha portato la squadra fino alla finale del torneo. Una sorpresa per tutti, dopo lo 0-0 col Celta dell’andata, la formazione che si trova a metà classifica nella Liga è riuscita a vincere per 1-0 e a raggiungere così l’ultima partita in programma nel torneo. Si tratta della prima finale raggiunta dal club basco allenato da Mauricio Pellegrino in cui militano anche le vecchie conoscenze della Serie A Feddal e Rodrigo Ely; dopo 15 anni la stella della società è tornata a splendere e a fine maggio potrà cercare l’impresa contro i Blaugrana per provare a portarsi a casa un trofeo molto prestigioso. Il sogno continua, ma di certo non vedrà il Bernabeu come cornice della gara finale.

LA LIGA 2016-2017

Tutti i siti Sky