Copa America: tutto quello che c'è da sapere sull'edizione in Brasile

Calcio

Il Brasile padrone di casa ma privo di Neymar, l'Argentina di Messi pronta a spezzare la maledizione delle finali, il Cile campione in carica: scatta la 46.a edizione del torneo che vede contendersi il trofeo le 10 nazionali sudamericane più Giappone e Qatar invitate per l'occasione

BRASILE-ARGENTINA LIVE

COPA AMERICA: CALENDARIO, DATE, ORARI

Quando e dove si gioca la Copa America 2019?

La Copa America 2019, edizione numero 46 del torneo continentale organizzato dalla Conmebol, si gioca dal 14 giugno al 7 luglio in Brasile, Paese che ospita la manifestazione per la quinta volta. Detentore del titolo è il Cile, che ha vinto le ultime due edizioni (2015 e 2016, in entrambi i casi battendo in finale l’Argentina ai calci di rigore).

In quali città si gioca?

Sono 5 le città che ospiteranno il torneo: Salvador de Bahia, Rio de Janeiro, San Paolo, Belo Horizonte e Porto Alegre. Partita inaugurale (Brasile-Bolivia) il 14 giugno all’Estadio Morumbi di San Paolo, mentre la finale (7 luglio) verrà disputata nel mitico Maracanà di Rio de Janeiro. Gli altri stadi in cui si gioca sono il Mineirao di Belo Horizonte, l’Arena Fonte Nova di Salvador de Bahia, l’Arena do Gremio di Porto Alegre e l’Arena Corinthians di San Paolo.

Con che formula si gioca la Copa?

Partecipano alla Copa America 12 squadre, divise in tre gironi da quattro squadre ciascuno. Al termine della fase a gironi, si qualificano ai quarti le prime due di ogni gruppo e le due migliori terze. In caso di arrivo a pari punti nel girone, i criteri di cui si tiene conto sono, nell’ordine, differenza reti, maggior numero di gol segnati, scontro diretto, sorteggio.

Quali sono le squadre partecipanti?

Dodici le nazionali al via, di cui tutte e dieci quelle appartenenti alla Conmebol (Argentina, Brasile, Cile, Uruguay, Paraguay, Perù, Bolivia, Ecuador, Colombia, Venezuela) più altre due "invitate" provenienti dalla confederazione asiatica (Giappone e Qatar), annunciate dopo diverse rinunce, ipotesi e cambi di programma. Per la prima volta nella storia della Copa America, invece, non parteciperà nessuna squadra appartenente alla Concacaf, dopo che il Messico aveva preso parte a tutte le edizioni dal 1993 al 2016 e con gli Stati Uniti, inizialmente invitati, che hanno rinunciato per il concomitante impegno in Gold Cup.

Come sono divisi i gironi?

Questi i gruppi dopo il sorteggio:

Gruppo A: Brasile, Bolivia, Venezuela, Perù
Gruppo B: Argentina, Colombia, Paraguay, Qatar
Gruppo C: Uruguay, Ecuador, Giappone, Cile

Quali sono le favorite?

Inevitabilmente ci si ritrova a fare sempre gli stessi nomi: il solito Brasile, che parte da favorito anche questa volta e gioca davanti al proprio pubblico, al quale deve far dimenticare la disfatta del Mondiale casalingo del 2014; l’Argentina di Messi, che dopo due sconfitte di fila in finale va a caccia di un successo che manca addirittura dal 1993 (la Pulce aveva 6 anni); il Cile campione in carica. Occhio a Uruguay e Colombia, ricche di talento.

Chi sono i giocatori più attesi?

Tra i big sudamericani mancherà solo Neymar, fermato dall’infortunio alla caviglia dopo che lo scandalo che l’ha travolto, con l’accusa di stupro, ne aveva messo in dubbio la partecipazione. Resta comunque un Brasile ricco di campioni, a partire dal portiere, Alisson, fresco vincitore della Champions con il Liverpool; con lui il compagno di club Firmino, Gabriel Jesus (che, con l’assenza di Neymar, avrà un ruolo fondamentale), Casemiro, Coutinho, Willian, la rivelazione David Neres dell’Ajax, oltre agli “italiani” Miranda, Allan, Paquetà, Alex Sandro, tutti guidati dal Ct Tite, che potrebbe partire schierando un 4-1-4-1.

Nell’Argentina, Messi – che ha giocato una finale Mondiale e tre di Copa America, perdendole tutte – vuole spezzare la maledizione e portare a casa un successo che lo aiuterebbe anche nella corsa al Pallone d’Oro; ma ci sono anche Aguero e Di Maria, mentre la Serie A contribuisce con Dybala, de Paul, Pezzella e Lautaro Martinez. E poi il solito Vidal nel Cile (con Sanchez e la novità di Pulgar del Bologna), Cavani-Suarez dell’Uruguay (ma anche Godin, Vecino e Bentancur), i colombiani James Rodriguez e Falcao, senza dimenticare i “nostri” Duvan Zapata, Muriel e Cuadrado.

L'Albo d’oro della Copa America

1916: Uruguay
1917: Uruguay
1919: Brasile
1920: Uruguay
1921: Argentina
1922: Brasile
1923: Uruguay
1924: Uruguay
1925: Argentina
1926: Uruguay
1927: Argentina
1929: Argentina
1935: Uruguay
1936/1937: Argentina
1939: Perù
1941: Argentina
1942: Uruguay
1945: Argentina
1946: Argentina
1947: Argentina
1949: Brasile
1953: Paraguay
1955: Argentina
1956: Uruguay
1957: Argentina
1959: Argentina
1959: Uruguay
1963: Bolivia
1966/1967: Uruguay
1975: Perù
1979: Paraguay
1983: Uruguay
1987: Uruguay
1989: Brasile
1991: Argentina
1993: Argentina
1995: Uruguay
1997: Brasile
1999: Brasile
2001: Colombia
2004: Brasile
2007: Brasile
2011: Uruguay
2015: Cile
2016: Cile

Classifica per numero di successi

Uruguay: 15 vittorie
Argentina: 14 vittorie
Brasile: 8 vittorie
Cile, Paraguay, Perù: 2 vittorie
Bolivia, Colombia: 1 vittoria

I più letti di calcio