Shevchenko lascia l'Ucraina: "Abbiamo dimostrato di poter giocare un calcio competitivo"

Calcio
©IPA/Fotogramma

L'annuncio dell'allenatore sui social: "È stato un duro lavoro, ma siamo riusciti a dimostrare che il nostro calcio può essere competitivo, produttivo ed emozionante"

Andriy Shevchenko non è più l'allenatore dell'Ucraina. Dopo cinque anni si è chiusa l'esperienza da selezionatore dell'ex attaccante che non ha rinnovato il contratto con la Federcalcio ucraina. "Ho passato cinque anni con la Nazionale - scrive Shevchenko su Instagram - È stato un duro lavoro, abbiamo dimostrato che siamo capaci di giocare un calcio moderno. Sono grato al presidente e al comitato esecutivo dell'UAF per l'opportunità di lavorare con la nazionale. Ringrazio ogni giocatore, ogni persona che ha aiutato ed è stata coinvolta nella squadra. Molte grazie a tutti i fan per il loro supporto e le critiche. Insieme siamo riusciti a dimostrare che il nostro calcio può essere competitivo, produttivo ed emozionante. Con fede in Ucraina".

52 panchine e l'exploit a Euro 2020

Era il 12 luglio 2016 quando Shevchenko diventò commissario tecnico dell'Ucraina, subentrando Mykhaylo Fomenko. In tutto 52 panchine con i gialloblù: il bilancio è di 25 vittorie, 13 pareggi e 14 sconfitte. Sheva lascia dopo i quarti di finale raggiunti a Euro 2020, miglior risultato di sempre dell'Ucraina agli Europei.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche