Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
23 maggio 2010

Inter campione d'Europa, alba di festa al Meazza

print-icon
int

Bagno di folla per i giocatori nerazzurri appena rientrati da Madrid, dove hanno battuto 2-0 il Bayern Monaco conquistando dopo 45 anni la Coppa. Oltre 35 mila tifosi in delirio hanno festeggiato i loro eroi tra cori e fuochi d'artificio. GUARDA I GOL

GUARDA I GOL DELLA FINALE DA SKY SPORT

SCOPRI LO SPECIALE CHAMPIONS

Con un boato lo stadio di San Siro ha accolto i giocatori dell'Inter, appena arrivati a Milano dopo essere sbarcati, poco prima delle 5, all'aeroporto di Malpensa.
Sul pullman della squadra partito dallo scalo varesino non era salito l'allenatore Jose Mourinho: lo 'Special One' potrebbe essere partito da Madrid su un aereo diverso da quello dei calciatori, volando insieme ai suoi familiari. Sugli spalti circa 35.000 spettatori: i primi erano arrivati intorno alle 2, diversi hanno abbandonato il Meazza non riuscendo a resistere sino all'arrivo dei campioni d'Europa.

All'ingresso sul terreno di gioco, i nerazzurri - capeggiati da Zanetti e Angelo Mario Moratti con la Coppa dei Campioni - sono stati accolti con applausi e cori inneggianti all'impresa di Madrid. Tanti quelli per Milito, eroe della serata spagnola e per il capitano alla 700esima gara in maglia interista.
Lo speaker dello stadio ha esortato il pubblico presente a dedicare un lungo applauso alla memoria di Peppino Prisco e Giacinto Facchetti.
In un tripudio di fumogeni e fuochi d'artificio, la squadra ha mostrato ai tifosi rimasti in Italia la Coppa dalle grandi orecchie, durante un lungo giro di campo. Sul rettangolo di gioco assenti il presidente Massimo Moratti - rimasto a Madrid insieme all'amico e sponsor, Marco Tronchetti Provera - e l'allenatore, Jose Mourinho. Il tecnico portoghese, dovrebbe essere salito su un volo diretto a Milano, diverso da quello dei giocatori e dedicato ai familiari, anche se non e' escluso possa essere invece volato in Portogallo.

Tra i giocatori più applauditi Milito, con indosso la maglia di Zanetti e lo stesso capitano che, rivolgendosi ai tifosi, ha ricordato come la squadra si sia meritata la vittoria finale, cercata con convinzione ma "non senza difficoltà, già dopo la vittoria negli ottavi di finale contro il Chelsea".
"Sì, sicuramente sì. Ho tre anni di contratto e sto benissimo all'Inter". Così, ai microfoni di Sky Sport 24, Diego Milito ha replicato a chi gli chiedeva se il prossimo anno giocherà ancora con la maglia nerazzurra.
Le parole dell'attaccante argentino, pronunciate sul prato di San Siro durante la festa con i tifosi per la conquista della Champions League, appaiono di segno diverso rispetto a quelle pronunciate al termine della gara del Bernabeu, quando aveva risposto con un "speriamo, nel calcio non si sa mai..." ad una domanda sulla sua permanenza all'Inter anche nella prossima stagione.

Poco prima dell'ingresso in campo della squadra, alla notizia che alcuni giocatori non sarebbero giunti a San Siro perche' gia' in volo per raggiungere le rispettive nazionali attese dal Mondiale in Sudafrica, i tifosi nerazzurri hanno subissato di fischi le parole dello speaker: giusto qualche secondo per poi tornare a celebrare la vittoria di Madrid. La festa di San Siro, con il sole a fare capolino nel cielo di Milano, e' durata circa mezz'ora, prima dei saluti finali e il 'rompete le righe' al termine di una nottata da ricordare a lungo.