Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
30 agosto 2012

La Juventus torna in Europa. Conte: "Sfida affascinante"

print-icon
juv

La Juve torna in Champions League (Foto Getty)

L'allenatore bianconero parla del sorteggio e della doppia sfida con i campioni in carica del Chelsea: "Difficilissima ma elettrizzante". Marotta: "Palcoscenico importante, degno della nostra storia. L'obiettivo è andare avanti il più possibile"

"Siamo felici anzitutto per essere tornati su un palcoscenico importante come la Champions League, degno della storia e del blasone del nostro club. Il nostro girone? L'abbiamo preso con soddisfazione; ma dobbiamo affrontarlo con la massima umiltà ed il massimo rispetto degli avversari. Sarà bello affrontare il Chelsea, campione in carica: uno in più per noi. Il nostro obiettivo? Andare avanti il più possibile". Così, ai microfoni di Sky, Beppe Marotta, direttore generale dell'area sportiva ed amministratore delegato della Juventus. "Siano tutti contenti della nuova gestione: dal presidente alla squadra, con Conte davanti. Vogliamo continuare a crescere", ha precisato Marotta.

Le parole di Conte. "Innanzitutto non posso che essere felice nel vedere di nuovo il nome della Juventus inserito nei  gironi della Champions League. Questo è il posto giusto per una società che, per tradizione e risultati, ha fatto e continuerà a fare la storia del calcio italiano e non solo". Sono le parole di Antonio Conte, tecnico della Juventus, dopo i sorteggi della fase a gironi di Champions League. L'ostacolo più duro per i bianconeri nel gruppo E è il Chelsea campione d'Europa. "Ce la vedremo contro il Chelsea, campione in carica, e sarà una doppia sfida di grande fascino, anche se difficilissima", dice Conte. "Giocare in Inghilterra ha sempre un fascino particolare e a Stamford Bridge troveremo un'atmosfera elettrica. Saranno tutt'altro che semplici anche le partite contro lo Shakhtar e il Nordsjelland. Il calcio ucraino ormai è una realtà importante da molti anni, basti vedere che, con il loro coefficiente Uefa, sia la Dinamo che lo Shakhtar erano in seconda fascia. Contro i danesi saranno sfide molto fisiche, da non sottovalutare assolutamente, perché quando si gioca in Europa tutte le avversarie sono di alto livello". "L'anno scorso -fa notare Conte- abbiamo vinto in Italia dopo una cavalcata trionfale che ci ha visto imbattuti. In Champions sarà ancora più difficile, ma la posta in palio è di assoluto prestigio e le motivazioni sono tante".