Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
23 ottobre 2012

Il Nordsjaelland frena la Juve, in Danimarca finisce1-1

print-icon
lau

La Juve non è andata oltre l'1-1 in Danimarca contro il Nordsjaelland

I bianconeri continuano a mancare l'appuntamento con la vittoria in Champions. Vucinic risponde a Beckmann. Per gli uomini di Conte si tratta del terzo pareggio su tre incontri nel Gruppo E

NORDSJAELLAND-JUVENTUS 1-1
51' Beckmann (N), 81' Vucinic (J)

Guarda la cronaca dei match


LE PAGELLE

Implacabile in campionato, sofferente in Champions League. La Juventus non riesce ad andare oltre l’1-1 in casa del Nordsjaelland. Dopo il successo nel big match con il Napoli, i bianconeri mancano clamorosamente la vittoria in Danimarca. Il Nordsjaelland ancora a secco di gol in Champions, trova con la deliziosa punizione di Beckmann al 51’ il primo gol e i primi punti nell’Europa che conta. Con questo pareggio, alla luce anche della sconfitta del Chelsea in Ucraina con lo Shakhtar, l’avventura in Champions della Juve nel gruppo E si complica, ma non del tutto.

I bianconeri continuano a mancare l’appuntamento con la vittoria, trovando così il terzo pareggio in questa edizione della Champions. Il robusto turnover dello squalificato Antonio Conte non ha sortito gli effetti desiderati. La sensazione è che, soprattutto in attacco, la Juve faccia grande fatica senza Vucinic. Non a caso il montenegrino ha firmato la rete del pari bianconero. Giovinco ancora una volta è parso poco incisivo, mentre il rientrante Isla e De Ceglie sulle fasce non hanno spinto come avrebbero dovuto. Anche se poi dal piede del cileno è nato il cross per il gol dell’1-1 di Vucinic.

Alla Juve, ora penultima con tre punti nel gruppo E (comanda lo Shakhtar a quota 7, seguito dal Chelsea a 4), per provare a rimettere in piedi le proprie speranze di qualificazione agli ottavi occorrerà un girone di ritorno impeccabile. Difficilmente tre vittorie nei prossimi tre match potrebbero non bastare per superare la fase a gironi. Il destino europeo dei bianconeri però è tutt’altro che segnato. Ma ora la Juve ha bisogno di ritrovare i tre punti anche in Champions.