Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 novembre 2012

Milan, missione compiuta: 3-1 all'Anderlecht, è agli ottavi

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Passaggio del turno archiviato. I gol tutti nella ripresa: al 57' El Shaarawy, poi, al 71', la straordinaria rovesciata di Mexes. In mezzo il rosso (eccessivo) al difensore belga Nuytinck. Nel finale accorcia De Sutter e Pato mette il sigillo

ANDERLECHT-MILAN 1-3
57' El Shaarawy (M), 71' Mexes (M), 78' De Sutter (A), 91' Pato (M)

Guarda la cronaca del match



LE PAGELLE

Novantotto precedenti tra squadre belghe e italiane, terza sfida ufficiale tra Anderlecht e Milan. Questa volta, come nella stagione 2006-2007 (4-1), a spuntata sono stati i rossoneri (zero a zero, invece, nel 1993/1994). Il 3-1 di Bruxelles, che incrmenta il bilancio positivo del nostro calcio, consegna ai rossoneri i punti della matematica qualificazione agli ottavi di Champions League.

La partita - Equilibrata, a tratti spettacolare nel primo tempo. Le premesse per il Milan sono incoraggianti: il tridente "atipico" scelto da Allegri, con Boateng, Bojan ed El Shaarawy, mette in affanno la difesa dell'Anderlecht. O almeno questo è quello che accade in avvio. Poi la squadra di casa, anche se tecnicamente meno attrezzata del Milan, prende coraggio e, forte di una maggiore frescezza atletica, schiaccia con crescente e preoccupante frequenza i rossoneri nella propria metà campo. Jovanovic e Mobokani i più insidiosi. Gli uomini di Allegri stringono i denti e raggiungono indenni il break.

Il Faraone e Mexes, due perle - La differenza tra i due tempi di gioco la fanno i gol e, ancor prima, la rabbia dei rossoneri. Non un semplice particolare, perché dagli spogliatoi esce un Milan trasformato nella testa e nello spirito. Il vantaggio, al 57', nasce da un cross di De Sciglio, con El Shaarawy, lasciato completamente solo in area, che addomestica il pallone con il sinistro e batte Proto con il destro. Mexes fa addirittura di più al 71': la sua rovesciata è tra le reti più belle di questa edizione. Forse la più bella. In mezzo il rosso (eccessivo) al difensore belga Nuytinck, mentre nel finale De Sutter accorcia le distanze e Pato mette il sigillo.

La rinascita
- E' cambiato molto dopo il pareggio in rimonta a Napoli. E forse da stasera è nato un altro Milan. Più determinato, più accorto, più squadra. Quando verranno annullate piccole distrazioni in difesa, allora si potrà davvero parlare di svolta. Intanto il primo obiettivo della stagione è stato centrato. Da domani si penserà alla Juventus.

Il post-partita - Sono previsti esami di controllo nella giornata di domani per i milanisti Pato e Mexes, usciti con qualche problema dalla partita. Pato ha spiegato di aver avvertito un'iperestensione della coscia durante un contrasto di gioco. Mexes invece si è infortunato al ginocchio ricadendo dopo un salto per colpire di testa il pallone.