Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 settembre 2013

Allegri guarda avanti: "Fortunati, ma contava solo vincere"

print-icon
max

Allegri si accontenta di vincere, "ma dobbiamo migliorare nel gioco" (Foto Getty)

Dopo la vittoria sul Celtic il tecnico del Milan ammette: "Dobbiamo migliorare il gioco, ma importavano soltanto i tre punti. Magari andasse sempre così...". Ora si pensa già al Napoli: "Recupereremo giocatori ed entusiasmo"

Non è stato un bel Milan, ma stasera “contava solo vincere”, e per lo spettacolo ci sarà tempo. Il primo a riconoscere che la prestazione dei rossoneri col Celtic non sia stata brillante è proprio il tecnico Massimiliano Allegri: “Abbiamo sofferto soprattutto nel secondo tempo – ha detto ai microfoni di Sky – e scappavamo un po' tutti dalla palla, poi abbiamo ripreso il gioco in mano. Siamo stati fortunati sui gol”, arrivati negli ultimi 8 minuti da un’autorete e da un tap-in su respinta del portiere, “ma è una bella vittoria da parte di un gruppo di ragazzi che ha fornito una prestazione di sostanza, giocando a tratti non benissimo".

Dalle parole di Allegri traspare la soddisfazione per aver portato a casa una vittoria che a dieci minuti dalla fine sembrava destinata a sfuggire. “Ciò che conta era vincere - dice ancora Allegri - e portare a casa i 3 punti”. E la testa è già al campionato: “Ora avremo la partita con un Napoli che sta giocando molto bene, e per questo dobbiamo fare i complimenti a Benitez che in due mesi ha sistemato una squadra che giocava in modo molto diverso. Per noi sarà una partita molto difficile, ma avremo un po’ di forze fresche ed entusiasmo".

E' ’ un Milan sempre più da “zona-Cesarini”, ma questo aspetto "non mi fa arrabbiare, anzi – assicura Allegri - direi che se tutte le partite andassero così sarebbe un bene. E’ normale che nell'ultimo quarto d'ora i ritmi calino e ci siano più spazi, però bisogna migliorare dal punto di vista del gioco. Ci siamo anche un po' incartati con qualche palla persa di troppo, ma la cosa positiva è che la squadra nei momenti di difficoltà ha saputo difendersi con tutti e dieci dietro la palla".

Mentre il Milan soffriva a San Siro, il Napoli a tratti dominava sul Borussia anche grazie a Callejon e Higuain. "Se invidio il mercato del Napoli? No – sostiene Allegri - perché ho un'ottima squadra, che conosce i propri limiti. Credo che faremo un'ottima stagione: bisogna sempre cercare di pensare in positivo, questa è la cosa principale".

Anche ad Abbiati interessa solo la classifica: “Abbiamo fatto una buona partita, non era facile, loro davanti sono bravi, abbiamo visto che si muovono molto bene. Siamo stati bravissimi a difenderci, a non lasciar loro troppe occasioni. Poi noi, davanti, prima o poi un gol viene fuori. Era importantissimo fare i tre punti oggi. Non sono preoccupato, l’atteggiamento è giusto. La cosa che spicca è che l’atteggiamento della squadra è stato positivo, abbiamo attaccato, abbiamo avuto occasioni nel primo tempo, è stato bravo anche il loro portiere”.

E' dello stesso avviso Alessandro Matri, alla prima in Champions con la maglia del Milan, secondo cui “siamo stati bravi e fortunati a cercare gli episodi decisivi. Era importante vincere la prima di Champions, partire con i tre punti. Stasera siamo stati bravi a sacrificarci quando c’era da sacrificarci, perché c’è stato un momento della partita in cui abbiamo sofferto”.