Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
04 novembre 2013

Ancelotti: "Galliani come Ronaldo, Juve avversaria dura"

print-icon
anc

Parole al miele per Adriano Galliani, Carlo Ancelotti ha definito l'ad rossonero il Cristiano Ronaldo dei dirigenti (Getty)

L'allenatore del Real Madrid ha avuto parole al miele per l'ad rossonero : "Adriano è il Cristiano dei dirigenti". E sulla sfida con i bianconeri ha richiamato i suoi: "Stiamo attaccando bene. Abbiamo segnato tanto, ma abbiamo incassato troppe reti".

"In difesa abbiamo problemi, ma facciamo tanti gol". Carlo Ancelotti e il Real Madrid sbarcano a Torino per affrontare la Juventus tra tante certezze e qualche dubbio. I blancos, con 9 punti in 3 partite, sono vicini alla qualificazione agli ottavi di Champions League. La Juve, che ha solo 2 punti, deve vincere per sperare. I bianconeri cercheranno di sfruttare le lacune difensive che il Real ha mostrato nella prima fase della stagione.

"Stiamo attaccando bene. Abbiamo segnato tanto, ma abbiamo incassato troppe reti. Non sono soddisfatto del lavoro difensivo, ma abbiamo segnato 42 gol in 15 partite ufficiali. Non credo che la situazione sia legata all'impiego di un giocatore o di un altro: è un problema collettivo, la squadra deve lavorare in maniera compatta", dice Ancelotti, che nel reparto arretrato schiererà uno tra Pepe e Ramos accanto a Varane. In mezzo al campo ci si affida a Xabi Alonso:  "Un giocatore fantastico, come del resto Pirlo. E' una fortuna poter allenare calciatori del genere".

"Il turn over - spiega il tecnico - ci dà l'opportunità di schierare giocatori freschi. Il turn over non è un problema, le difficoltà arrivano quando perdiamo l'equilibrio e commettiamo errori. Se ruotiamo i calciatori, non abbiamo infortunati e teniamo alta la motivazione di tutti. L'unico elemento fermo è Coentrao, con un problema alla caviglia".

"Sarà una partita interessante, la Juve ha più problemi di noi in classifica. Ma il match è importante anche per il Real Madrid, che ha una chance di centrare la qualificazione. Prima arriviamo agli ottavi di finale, meglio è", evidenzia Ancelotti, prima di soffermarsi sulla Vecchia Signora. "Conte ha fatto un lavoro incredibile in un ambiente difficile. Ha vinto 2 scudetti e con la dirigenza sta costruendo una squadra molto competitiva. Non so se la Juve giocherà con il 4-3-3, come ha fatto a sorpresa a Madrid. A prescindere dal modulo, i bianconeri giocheranno con grandissima intensità e noi dovremo essere pronti".

In Serie A, la Juventus è destinata a giocarsi lo scudetto con  Roma e Napoli. Il Milan, invece, "sta vivendo un molto difficile, spero che possa risolvere in fretta i problemi che non riguardano solo la classifica. Ho lavorato tanti anni con Galliani, è un dirigente di altissimo livello. E' un dirigente di un'altra categoria: è come Cristiano Ronaldo...