Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 dicembre 2013

Non come a Istanbul: l'Ajax non gioca sul campo ghiacciato

print-icon
fil

La Primavera del Milan allenata da Filippo Inzaghi supera la fase a gironi senza giocare l'ultima partita in programma (Getty)

YOUTH LEAGUE . Gli olandesi si rifiutano di disputare la gara contro i pari età rossoneri, già qualificati alla fase successiva. Previste sanzioni per i Lancieri: l'arbitro, infatti, avrebbe permesso il regolare svolgimento del match

La partita della Uefa Youth League fra Milan e Ajax è stata annullata nel pomeriggio perché gli olandesi si sono rifiutati di giocare ritenendo, a dispetto del parere di arbitro e delegato Uefa, che una zona del campo ghiacciata non garantisse le condizioni di sicurezza sul prato del Breda di Sesto San Giovanni, lo stadio alle porte di Milano scelto dai rossoneri per le gare casalinghe del torneo riservato alle giovanili (dai 16 ai 18 anni) dei club che partecipano alla Champions League.

"Il terreno era duro e scivoloso, ma c'erano le condizioni per giocare", ha notato il responsabile del settore giovanile rossonero Filippo Galli, mentre la Primavera guidata da Pippo Inzaghi al centro del campo salutava il pubblico festeggiando la qualificazione agli ottavi, già decisa prima dell'ultima partita del girone, chiuso all'ultimo posto dagli olandesi.

"Noi ci siamo attenuti a quello che ha detto l'arbitro. Per lui c'erano le condizioni per poter disputare la partita, per cui noi avremmo giocato, ma abbiamo rispetto per la scelta dell'Ajax - ha spiegato Inzaghi -. Dispiace per i ragazzi, perché sarebbe stato il momento anche per festeggiare una qualificazione bellissima. Questa qualificazione deve essere un motivo di grandissimo orgoglio per il calcio italiano e per il Milan".