Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 febbraio 2014

Milan: Simeone contro Seedorf. Arsenal-Bayern, la rivincita

print-icon
bal

Balotelli, Diego Costa, Ozil e Robben: saranno loro i principali protagonisti delle due sfide di ottavi di finale (Foto Ansa)

Gli allenatori di Milan e Atletico Madrid si sono affrontati in campo in molte occasioni: il Cholo fece piangere Clarence, 5 maggio compreso. Aria di derby per Kakà. Nell'altra sfida, Wenger prova a scalfire la corazzata di Guardiola

MILAN-ATLETICO MADRID
Se Milan e Atletico Madrid hanno colori che, alla memoria di tanti, sembrano incrociarsi, quasi fondersi, è per quel via vai di giocatori transitati prima da Madrid e poi da Milano, o viceversa. Ma per quanto riguarda gli scontri sul campo, la partita di questa sera sarà quasi un inedito: le due squadre si sono affrontate solo nel 1950, nella Coppa Latina, con il successo rossonero per 4-1.

Atletico da corsa
. Nessuna sconfitta in Champions, un bottino di 15 gol, 83 tiri verso la porta. I numeri della squadra di Simeone in Europa fanno paura. E quasi doppiano il Milan, fermo a 8 reti e 49 tiri. I Colchoneros non si qualificano ai quarti di Champions dal 1997, stagione in cui nel centrocampo spagnolo agiva proprio Simeone.

Simeone-Seedorf, quanti incroci
. Milan-Atletico Madrid sarà soprattutto la sfida tra i due tecnici, che tante volte si sono affrontati da calciatori. Sin dai tempi dei derby di Madrid, sul finire degli anni '90. Scontri estesi poi alle nazionali, o alla Champions, con gli incroci tra l'Inter del Cholo e il Real di Clarence. Ma è con la maglia della Lazio che Simeone fece piangere Seedorf: prima nella finale di Coppa Italia e, poi, il 5 maggio 2002. Giorni duri per l'Inter e per l'attuale tecnico rossonero. Simeone, da tecnico del Catania, ha già affrontato il Milan, perdendo 2-0. Negativo anche l'unico precedente dell'argentino da allenatore a San Siro: sempre con il Catania fu sconfitto 3-1 dall'Inter.

Abbiati, Kakà e gli scontri con la Spagna. Tra i giocatori in campo ci sarà un unico ex: Christian Abbiati, portiere dell'Atletico Madrid nel 2007/2008. Chi sa come battere l'Atletico è Kakà, che ha vinto i tre derby di Madrid giocati, segnando anche 5' dopo il suo debutto nella stracittadina. Non è positivo però il bilancio rossonero degli ultimi anni negli scontri ad eliminazione con le spagnole: quattro eliminazioni consecutive.

Le probabili formazioni

Milan: Abbiati; De Sciglio, Rami, Mexes, Emanuelson; Essien, De Jong; Poli, Kakà, Taarabt; Balotelli.
Atletico Madrid: Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Insua; Arda Turan, Gabi, Mario Suarez, Koke; Diego Costa, Raul Garcia.

ARSENAL-BAYERN MONACO
Forse pochi se lo ricordano. Ma lo scorso anno il dominio in Champions del Bayern Monaco fu messo a repentaglio proprio dall'Arsenal. Stesso scontro, agli ottavi, sempre con andata a Londra e ritorno a Monaco. All'Emirates il Bayern si impose 3-1, poi, all'Allianz, gli uomini di Wenger sfiorarono l'impresa, vincendo 2-0 e venendo eliminati per i gol in trasferta. Una ferita ancora aperta per i tifosi dei Gunners.

Che attacco. Numeri alla mano e nonostante l'Arsenal sia galvanizzata dal successo in FA Cup contro il Liverpool, sembrerebbe che il Bayern di Guardiola sia una macchina da guerra inarrestabile. In questa stagione in Champions i bavaresi hanno segnato 17 gol (l'Arsenal 8), tirando 115 volte (78 nello specchio), a fronte dei soli 47 tiri (33 in porta) dei londinesi. Differenze di potenziale offensivo, che dovrebbero palesarsi anche nonostante l'assenza forzata di Ribery.

I precedenti. Sono sei gli scontri tra Arsenal e Bayern in Champions. Detto del doppio scontro della scorsa stagione, anche nel 2005 le due squadre si affrontarono agli ottavi: successo del Bayern per 3-1 all'andata e inutile vittoria per 1-0 dell'Arsenal al ritorno. Vittoria bavarese e pareggio nel girone dell'edizione 2000/2001.

Probabili formazioni
Arsenal: Sczeszny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Wilshere, Flamini; Oxlade-Chamberlaine, Ozil, Cazorla; Giroud.
Bayern Monaco: Neuer; Rafinha, Boateng, Dante, Alaba; Lahm; Robben, Thiago Alcantara, Kroos, Goetze; Mueller.

[L.C.]