Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 maggio 2014

Ancelotti, terza Champions personale: "Sofferta ma meritata"

print-icon
anc

Carlo Ancelotti festeggia la vittoria in Champions League

L'allenatore del Real è il secondo dopo Bob Paisley a fare tris nella manifestazione più importante d'Europa. "E' stato difficile giocare con l'Atletico, nel secondo tempo abbiamo alzato il ritmo". Simeone: "La nostra stagione è comunque un successo"

Sprizza gioia da tutti i pori Carlo Ancelotti dopo il successo nella finale di Champions League che è valso al Real Madrid la decima Coppa dei Campioni e all'allenatore italiano la terza. "Se avessi scritto il copione di questa Champions, avrei previsto un 3-0 - dice - Siamo stati fortunati, ma è bello vincere anche così. Questa partita è stata molto sofferta, quando siamo andati sotto non era facile giocare contro di loro, nel finale abbiamo aumentato l'intensità ed è andato tutto bene. Abbiamo fatto una Champions alla grande, la chiave di questa vittoria è stata la semifinale, abbiamo demolito il Bayern e questo ci ha dato fiducia".

Sereno Diego Pablo Simeone alla fine della gara in conferenza stampa: "Analizzando la partita - dice - nel secondo tempo il Real è stato migliore, ha giocato troppo nella nostra metà campo, abbiamo trovato difficoltà ad affrontare una squadra così forte". L'elogio ai suoi: "Ci insegnano che vincere è la cosa più importante - prosegue - Però questo applauso (dei giornalisti in sala stampa ndr) e l'appoggio della gente significa che non è vero che è importante solo vincere. Per questa partita non bisogna piangere perché finire come abbiamo fatto noi è un successo. Ora dobbiamo solo concentrarci e preparare la prossima stagione. Varane? Mi ha fatto arrabbaire un po' perché mi ha mancato di rispetto".