Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 febbraio 2015

La Juve, Dortmund e Del Piero: la persistenza della memoria

print-icon
del

Champions Legue 1995-96, Westfalenstadion: Borussia Dortmund-Juventus 1-3. Quando nacque il gol "alla Del Piero" (Getty)

La sfida di stasera allo Stadium tra bianconeri e Borussia fu un classico della Champions anni '90 quando il numero 10, nelle vittorie o nelle sconfitte, ai tedeschi segnava sempre reti memorabili. E proprio con i gialloneri nacque il suo gol proverbiale

Settore sinistro del campo, in zona più o meno decentrata. Colpo con l'interno destro da fuori area, parabola a giro ad infilarsi nel sette alla sinistra del portiere. Variabili: il tiro può partire da azione mancina con rientro sul destro saltando l'uomo o su calcio piazzato. E' il gol "alla Del Piero", roba di vent'anni fa o giù di lì: fece la sua comparsa nell'autunno 1995 in una sfida tra Borussia Dortmund e Juventus, al Westfalenstadion. Il bis poche settimane dopo contro la Steaua, terzo evento poi con i Rangers. Di lì in avanti se n'è perso il conto, tanto c'era già la definizione proverbiale a descriverli.

Accadde in una Champions dove giocavano ancora solo le squadre che avevano vinto i rispettivi campionati nazionali. Fu il primo, l'inizio di tutto. Eppure una rete del genere il numero 10 bianconero l'aveva segnata quasi un anno prima, nel dicembre 1994, all'Olimpico contro la Lazio, gol che non venne considerato il capostipite di quelli che sarebbero stati poi divenuti i gol "alla Del Piero". Forse perché venne segnato in A e non sul palcoscenico europeo, probabilmente perché il tiro avvenne dall'interno dell'area. Ma quelli erano esattamente gli stilemi di una giocata destinata a diventare il simbolo di un giocatore.

Del Piero ai gialloneri di reti spettacolari ne ha siglate tre, e tutte splendide, senza contare un eurogol - destro in controbalzo da venti metri - in un'amichevole del 1995. Con ordine: quella da cui tutto iniziò, una punizione a foglia morta nell'angolo destro nella sfida di ritorno, un colpo di tacco in finale di Champions. La perse, quest'ultima,  ma vabbè: in finale così hanno segnato solo lui e Madjer. Anche per questo la sfida di stasera vedrà il suo nome nell'aria, immanente persistenza della memoria, perché quando si uniscono i termini Juventus, Borussia e Champions in mente viene un solo protagonista: Alessandro Del Piero, appunto.