Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 maggio 2015

Allegri: "Avrei firmato per un 2-1 contro il Real Madrid"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'allenatore della Juve ringrazia i suoi giocatori dopo la vittoria contro gli spagnoli: "Non era facile contro i campioni d'Europa". Pirlo: "Ora voglio la finale". Buffon: "Ce la giochiamo alla pari". Morata: "Dobbiamo andare a Madrid per vincere"

“Sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi, hanno avuto il merito di giocare una semifinale di Champions e di giocarla contro il Real Madrid: non era facile. C’è solo da ringraziarli per quello che hanno fatto. Nel secondo tempo ci sono state un paio di situazioni in cui serviva l'ultimo tocco. Avrei però messo la firma sul 2-1 contro il Real Madrid”. Massimiliano Allegri commenta così la vittoria della Juventus contro il Real Madrid, nell’andata della semifinale di Champions. “Stasera i ragazzi hanno difeso bene a quattro, per il ritorno si vedrà. La scelta di Sturaro? Avevo bisogno di più gamba a centrocampo, stava bene e ho scelto di farlo giocare - ha aggiunto Allegri -. La maturità con la quale abbiamo affrontato questa Champions mi è piaciuta, a prescindere da come finirà. Siamo cresciuti molto durante la stagione. Contro queste squadre devi saper leggere le partite perché, appena ti fermi, prendi due gol”.
Pirlo: "Vogliamo la finale" - "Abbiamo mandato il messaggio che ci siamo, che vogliamo questa finale e che ce la giocheremo fino alla fine a Madrid. Era una partita, ce n’è un’altra e serve convinzione: non è finita, dobbiamo essere convinti di andare al Bernabeu e riuscire a centrare la finale". Andrea Pirlo commenta così la notte da sogno della Juventus. "Berlino? Il ricordo rimane sempre impresso, speriamo possa capitare ancora - aggiunge il regista bianconero, ricordando il trionfo con la Nazionale in Germania nel 2006 -. Al Bernabeu dovremo fare la stessa gara, attenti e concentrati, giocarci la partita. Se vinco la Champions lascio la Juve? Prima vinciamo la coppa…”.
Buffon: "Ce la giochiamo alla pari" - “Potevamo fare il terzo gol, ma potevano anche loro fare il 2-2. Analizzando a mente fredda, che io ora non ho, credo che il 2-1 vada molto bene: dovevamo dimostrare a noi stessi di potercela giocare quasi alla pari, di poter essere competitivi a questi livelli. Qualsiasi risultato andava bene, anche con l’1-1 sarebbero rimaste speranze per il ritorno: era un incontro di pugilato, un po’ le davamo noi e un po’ loro, anche con il pareggio avremmo avuto le stesse possibilità di passaggio del turno”. È l’analisi di Gianluigi Buffon a caldo dopo l’impresa contro il Real Madrid. “Delusi dalla squadra di Ancelotti? Il Real è una squadra forte, sul piano del gioco non è mai facile perché ci sono anche gli avversari e quando arrivi a questi livelli sul piano della vivacità e dell’atletismo ti impediscono di esprimerti al 100%. Su Kroos ho fatto una buona parata, il quoziente di difficoltà era elevato”, aggiunge Buffon.
Morata: "A Madrid per vincere" - “E' stata una bella serata perché abbiamo vinto, non per il gol che ho fatto, ma adesso non possiamo pensare di aver passato il turno. Ora dobbiamo andare a Madrid con il pensiero che abbiamo pareggiato 0-0 e vincere la partita”. Così Alvaro Morata, autore del gol dell’ex che ha sbloccato Juventus-Real. “Come affrontare il Real? Dobbiamo fare una partita quasi perfetta, sappiamo che calciatori hanno, è la squadra più forte del mondo - aggiunge lo spagnolo- Abbiamo fatto una buona partita, ma dobbiamo fare ancora meglio”.