Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 maggio 2015

Luis Enrique: "Triplete possibile". Pep: "Qui per vincere"

print-icon
mes

Luis Enrique guarda compiaciuto Messi, mercoledì la sfida a Guardiola (Getty)

Alla vigilia della semifinale di andata di Champions, l'allenatore blaugrana: "Triplete? E' una parola che mi piace. Le sensazioni sono positive". Leo: "Conosciamo come gioca Guardiola". Pep: "Tanti ricordi ma voglio il Bayern in finale"

Luis Enrique vuole il Triplete. E alla vigilia della semifinale di Champions League contro il Bayern Monaco, non lo nasconde. Le sensazioni per la fine della stagione sono positive. "Mi piace questa parola, non mi fa paura - ha detto in conferenza stampa - ma da professionista so anche che si può passare da tre a zero titoli. Siamo in grado di vincere, ma sarebbe sbagliato fare proclami: il primo passo è quello di meritarci la finale di Champions. Le sensazioni sono positive, non potrebbe essere altrimenti".

Il ritorno di Pep – Uno dei motivi di interesse della gara è proprio il ritorno di Pep Guardiola al suo Camp Nou: “Vedendo quello che ha fatto il Bayern fino ad ora, e conoscendolo – ha aggiunto Luis Enrique - sappiamo che ci potranno essere delle sorprese che ci complicheranno la vita, ma durante la stagione abbiamo sempre affrontato gli ostacoli e cercheremo di farlo anche questa volta. Da quando è arrivato Guardiola sulla panchina del Bayern, la squadra ha uno stile diverso. Penso che Pep abbia preso ciò che di buono c'era già prima aggiungendoci il suo timbro personale. Il Bayern ha una difesa che incassa pochi gol, è certamente uno dei migliori team in Europa".

Gli infortuni del Bayern – Ai tedeschi mancheranno uomini chiave come Arijen Robben, Frank Ribery e David Alaba. Per Luis Enrique, però, non è un problema: “Hanno un organico di alta qualità e, a prescindere da chi scenderà in campo, cercheranno di  superare il turno con tutte le loro forze. Noi giocheremo allo stesso modo sia in casa sia fuori casa, non potremmo fare altrimenti. Al ritorno vogliamo fare quello che abbiamo fatto tutto l'anno, cioè cercare di uscire dallo stadio vincenti. Dobbiamo giocare con intensità per dimostrare che siamo in grado di passare”.

Messi: "La batosta di 2 anni fa? E’ un altro Barça" - Due anni fa la semifinale di Champions fini con un complessivo 7-0 a favore del Bayern Monaco. Il Barcellona di quest'anno è un'altra cosa. Leo Messi avverte gli avversari: "Arriviamo in una condizione molto diversa rispetto all'ultima volta che abbiamo affrontato il Bayern Monaco in una doppia gara ad eliminazione diretta. Guardiola ci conosce molto bene, avendoci avuto come giocatori. Ma anche noi conosciamo molto bene il suo gioco. Neymar e Suarez? Con loro mi trovo bene, sia dentro il campo che fuori. Quando hai giocatori del genere accanto le cose sono sempre più facili".

Guardiola: "Sono qui per vincere" - "Il Barcellona è una parte molto importante della mia vita. Fino ad ora era tutto. Ma adesso sono qui per vincere". Pep Guardiola si appresta a
sfidare il suo passato nella semifinale di Champions, senza nasconde l'emozione di tornare al Camp Nou, da avversario, alla guida del Bayern Monaco. "Adesso tornano alla mente tanti ricordi, è inevitabile - ha detto l'allenatore -, quando sono passato al Bayern sapevo che prima o poi questo poteva accadere. Ma la prima volta è la prima volta". "Non sono qui per ricevere un omaggio - ha poi aggiunto - ma per vedere il Bayern in finale".