Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
02 novembre 2016

Hamsik come Zanetti, l'agente: "Perché no"

print-icon
mar

L'esultanza di Marek Hamsik dopo il gol dell'1-1 al Besiktas (Getty)

Il giorno dopo il gol dell’1-1 al Besiktas il procuratore dello slovacco, Juraj Venglos, evidenzia il legame tra il capitano e la sua squadra: "E' presto, ha 29 anni e tutto è ancora possibile. La prospettiva di restare in azzurro da dirigente gli piacerebbe"

"Hamsik lo Zanetti del Napoli? E' presto, ha 29 anni e tutto è ancora possibile, ma perché no. La prospettiva di restare in azzurro da dirigente gli piacerebbe". Così, ai microfoni di Radio Crc, Juraj Venglos, il procuratore di Marek Hamsik, centrocampista slovacco e capitano del Napoli che, in futuro, potrebbe dunque ripercorrere le orme nell'Inter di Javier Zanetti. "Marek è felice del risultato, l'ho sentito solo tramite messaggi e mi ha scritto che è andata bene, ma poteva andare meglio – spiega l'agente di Hamsik, autore ieri sera dell'1-1 in Champions League in casa del Besiktas - Era felice della sua performance, ma si poteva fare di più. Marek mi ha fatto capire che in tutte le stagioni ci sono momenti particolari, come quelli che sta vivendo il Napoli, ma lui vuole solo lavorare duramente. Le possibilità di andare avanti in Champions e risalire in campionato restano intatte".

Sulla possibilità che Hamsik arrivi a 110 gol con il Napoli: "Sa che è vicino al traguardo, ma non ci vuole pensare troppo. Talvolta preferisce passare il pallone piuttosto che concludere l'azione perché antepone le vittorie del Napoli ai traguardi personali. Però, giocando anche in Europa, l'idea di arrivare a 110 gol col Napoli c'è". Venglos ha poi rivelato quali sono gli obiettivi fondamentali che gli azzurri di Sarri si sono posti in questa stagione: "Vincere la prossima partita in campionato e passare il turno in Champions".