13 settembre 2017

Champions league: risultati e classifica dei gironi

print-icon
Il City esulta dopo un gol contro il Feyenoord in Champions League

Il City esulta dopo un gol contro il Feyenoord in Champions League (Getty)

Prima giornata della fase a gironi. Domina il City di Guardiola, che passa 4-0 sul campo del Feyenoord. Il Real riabbraccia Ronaldo e batte 3-0 l'Apoel con una sua doppietta. Il Tottenham trascinato da Kane si impone 3-1 sul Borussia Dortmund a Wembley. Liverpool fermato sul 2-2 dal Siviglia ad Anfield

CLICCA QUI PER LA CRONACA DEI MATCH E LE CLASSIFICHE

RIVIVI SHAKHTAR-NAPOLI

I RISULTATI DEL MARTEDI' DI CHAMPIONS

GRUPPO E: LIVERPOOL-SIVIGLIA 2-2

5' Ben Yedder (S), 21' Firmino (L), 37' Salah (L), 71' Correa (S)

Partita divertente ad Anfield, dove si affrontano due squadre con un approccio offensivo. Avvio choc per i Reds: Escudero sfonda sulla sinistra e crossa al centro, Lovren liscia clamorosamente e Ben Yedder può insaccare a porta vuota.  Ma il Liverpool reagisce e trova al pareggio al 21’: verticalizzazione di Henderson che libera in area Moreno, il terzino spagnolo serve una palla bassa in area e Firmino insacca l’1-1. Prima dell’intervallo è Salah a completare la rimonta degli inglesi con un tiro da fuori con deviazione decisa della difesa che vale il 2-1, al 42’ Firmino ha la possibilità di segnare dal dischetto ma fallisce il rigore spedendo la palla sul palo. Il Liverpool paga l’occasione mancata e subisce il pareggio, firmato dall’ex Sampdoria Correa che beffa Karius con un tiro angolato dopo essere stato servito da Muriel. Il colombiano, subentrato dalla panchina, sfiora la rete che sarebbe valsa una clamorosa vittoria ad Anfield nei minuti finali. Il Liverpool riabbraccia la Champions dopo 4 anni ma si deve accontentare di un pareggio per 2-2 contro un Siviglia propositivo.

GRUPPO E: MARIBOR-SPARTAK MOSCA 1-1

60' Samedov (S), 85' Bohar (M)

Lo Spartak Mosca di Massimo Carrera sfiora la vittoria che sarebbe valsa la testa del girone ma si deve accontentare del pareggio contro il Maribor. I russi riescono a trovare il vantaggio al 60’ con Samedov in un match nervoso e poco divertente: l’ex Sampdoria Fernando prova la conclusione dalla distanza, Handanovic respinge corto, Samedov è il più veloce e sigla il vantaggio. Nel finale, precisamente all’85’, arriva il pareggio dei padroni di casa con Bohar, che servito da Kramaric trafigge il portiere Rebrov. Nel  gruppo E tutti fermi ad un punto dopo la prima giornata.

GRUPPO F: FEYENOORD-MANCHESTER CITY 0-4

2'  e 63' Stones (M), 10' Aguero (M), 33' Gabriel Jesus (M)

È un dominio totale quello del City in Olanda. Gli uomini di Guardiola mettono subito in discesa la sfida con due reti nei primi 10 minuti: il vantaggio arriva con Stones di testa, il raddoppio con Aguero al 10’ con un bel tiro al volo. Al 25’ arriva la rete del 3-0 con Gabriel Jesus, che alla prima partita in Champions trova la sua prima rete con un tap-in a porta vuota. Ma è la serata speciale di John Stones, che al 63’ firma la propria doppietta con un altro colpo di testa su cross di De Bruyne che vale il definitivo 4-0. Il Manchester City si prende la vetta con una prestazione determinata.

GRUPPO F: SHAKHTAR-NAPOLI 2-1

15' Taison (S), 53' Ferreyra (S), 71' rig. Milik (N)

GRUPPO G: RED BULL LIPSIA-MONACO 1-1

33' Forsberg (L), 35' Tielemans (M)

Finisce con una rete per parte la prima partita assoluta in Champions League del Red Bull Lipsia, che in pochi anni ha scalato le gerarchie del calcio fino ad arrivare nella massima competizione europea. Succede tutto nel giro di tre minuti intorno alla mezz’ora: i padroni di casa trovano il vantaggio al 33’ con la rete di Emil Forsberg, che parte da posizione dubbia, entra in area e trafigge Benaglio. Due minuti più tardi Youri Tielemans, arrivato nel Principato in estate dall’Anderlecht, firma il pareggio su una corta respinta del portiere Gulacsi. Nel finale, Augustin  va vicinissimo a dare ai suoi la vittoria, negata da un grande intervento di Benaglio, che salva il Monaco.

GRUPPO G: PORTO-BESIKTAS 1-3

13' Talisca (B), aut. Tosic (P), 28' Tosun (B), 85' Babel (B)

Parte con il piede giusto il Besiktas, che espugna l’Estadio do Dragao per 3-1 e si prende la testa del gruppo. Iniziano subito bene i turchi che trovano il vantaggio al 13’ con il colpo di testa del talento Talisca, servito da un perfetto cross di Quaresma. Il Porto reagisce e trova il pareggio sugli sviluppi di un corner con una sfortunata autorete di Tosic, che di testa trafigge il proprio portiere. Ma il Besiktas gioca meglio e prima dell’intervallo trova la rete del 2-1 con la conclusione da fuori dell’attaccante Tosun, sulla quale però sono evidenti le colpe di Casillas. Il Porto si riversa in avanti alla ricerca del pareggio e subisce la rete del definitivo 3-1 da Ryan Babel: l’olandese riceve da Negredo e batte Casillas, ma l’ex portiere del Real ancora una volta non è impeccabile. Strada in salita per il Porto dopo questa sconfitta casalinga nel primo match del girone.

GRUPPO H: REAL MADRID-APOEL NICOSIA 3-0

11'  e 55' rig. Ronaldo (R), 63' Ramos (R)

Tutto facile per il Real, che riabbraccia Ronaldo (fermo nella Liga a causa della squalifica) e si impone per 3-0 sui ciprioti dell'Apoel. È proprio il portoghese a sbloccare la gara all'11' al termine di un'azione perfetta dei Galacticos: Isco apre per Bale sulla sinistra, il gallese serve al centro Ronaldo che da pochi passi realizza l'1-0. Gli uomini di Zidane gestiscono il ritmo e quando accellerano chiudono la partita in avvio di ripresa. Il 2-0 arriva con un rigore di CR7, che firma la sua personale doppietta, mentre il 3-0 finale arriva con una rovesciata di Sergio Ramos al 60'.

GRUPPO H: TOTTENHAM-BORUSSIA DORTMUND 3-1

4' Son (T), 10' Yarmolenko (B), 16'  e 60' Kane (T)

Gol e spettacolo nella sfida di Wembey tra Tottenham e Borussia Dortmund, che si apre con tre reti nei primi 15 minuti. Il coreano Son porta in vantaggio gli inglesi con un preciso sinistro che non lascia scampo a Burki al 3’. Arriva subito la risposta del Dortmund: Yarmolenko - arrivato in Germania per sostituire Dembélé - duetta con Aubameyang e trova un gol strepitoso con un tiro a giro meraviglioso di sinistro. Il pareggio è soltanto un’illusione per gli uomini di Bosz, che al 15’ subiscono la rete del 2-1 firmata da Kane; il centravanti della Nazionale inglese salta due difensori del Dortmund e incrocia con il mancino battendo il portiere avversario. Il Dortmund prova a reagire, ma Kane trascina il Tottenham segnando la rete del definitivo 3-1 al 60’: il numero 10 viene servito da Eriksen e lascia partire un destro che super per la terza volta il portiere del Borussia Burki. Tottenham a punteggio pieno insieme al Real Madird nel gruppo H.

I PIU' VISTI DI OGGI