Juventus, Allegri: "Con lo Sporting ci giochiamo la qualificazione. Non siamo in crisi. Dybala? Resta lui il rigorista"

Champions League

I bianconeri chiamati al riscatto dopo il KO interno contro la Lazio. Allegri presenta il match contro lo Sporting in conferenza e scaccia i brutti pensieri: "Lo spogliatoio è sereno, vincendo domani e a Lisbona siamo qualificati"

Il riscatto della Juventus dopo il ko interno in campionato contro la Lazio passa dalla sfida in Champions League allo Sporting CP. Una partita che vale buona parte della qualificazione, visto che i portoghesi al momento sono a pari punti con la Juve. Massimiliano Allegri presenta il match in conferenza stampa: "L'atmosfera nello spogliatoio è buona - esordisce Allegri - deve regnare l'equilibrio: non possiamo deprimerci per due risultati negativi. Naturalmente bisogna lavorare sugli errori e sulle nostre piccole mancanze, ma si tratta di attenzione e gestione della partita. La Juventus ha fatto un ottimo inizio, il Napoli ha avuto un avvio straordinario, quindi per ora la stagione è dalla sua parte. Ma la stagione è lunga e il calendario è molto stimolante. La partita contro la Lazio? Rifarei tutte le scelte che ho fatto, non ho da rimproverarmi nulla: abbiamo solo sbagliato l'inizio del secondo tempo". Allegri è però proiettato a domani, alla prima delle due partite contro lo Sporting che possono consegnare la qualificazine alla Juve: "Per ora la partita importante è domani, loro sono bravi e il loro allenatore prepara bene queste due partite. Dovremo fare punti in questi 180' per ottenere la qualificazione. Se vinciamo domani e a Lisbona siamo qualificati. La formazione? Pjanic è recuperato, può partire titolare. Potrebbero esserci dei cambi. Chi gioca terzino? Sturaro ha fatto buone partite lì, è un ruolo in cui può fare bene".

"Dybala è sereno, deve trovare equilibrio"

"Se ho parlato con Dybala? Sì, è sereno e sta bene fisicamente. Sta facendo un percorso di crescita. Gli errori che ha fatto lo fortificheranno, deve trovare equilibrio: non deve esaltarsi se fa tre gol al Sassuolo e non deve deprimersi se sbaglia due rigori consecutivi. Il rigorista rimane lui". Allegri poi si esprime sull'assenza di Pjanic nelle ultime partite: "Per noi è importante, quando gioca lui la palla circola veloce. Bentancur è un giocatore diverso, ma ha comunque giocato due ottime partite. Domani servirà non sbagliare tecnicamente, con la Lazio abbiamo avuto troppa fretta di chiudere l'azione. Dobbiamo sempre giocare con lucidità, a volte sabato ci è mancata e siamo stati isterici nel cercare il pari. Non siamo in crisi, abbiamo tempo per recuperare in campionato. Domani è un discorso a parte, dobbiamo vincere".

Parola a Chiellini

Oltre ad Allegri, è toccato a Chiellini parlare. L'argomento principale è il momento negativo della squadra dopo lo stop con la Lazio: "Negli ultimi anni siamo sempre stati un buon diesel. Ci vuole pazienza, il nostro obiettivo è arrivare al punto giusto a marzo. Dobbiamo ritrovare i piccoli equilibri, ci vuole il tempo necessario. Abbiamo comunque fatto un buon inizio di stagione, abbiamo solo due punti in meno rispetto all'anno scorso. Niente nervosismo, siamo un gruppo intelligente e con esperienza. Sin da domani risponderemo 'presente'. Dopo la Lazio c'era molto rammarico - prosegue il difensore bianconero - era tanto che non perdevamo a casa nostra. Dobbiamo semplicemente volere un po' di più il risultato, non c'entrano tattiche o moduli, bisogna capire i momenti della partita: a volte ci sembra tutto troppo facile. Non è questione di presunzione, ma basta allentare un attimo e si rischia. I nuovi stanno faticando ad inserirsi? Anche l'anno scorso è stato così, il percorso d'adattamento è fisiologico. Sottovalutare il campionato? Assolutamente no, al campionato ci pensiamo sempre e con il massimo rispetto degli altri, siamo noi che ne decidiamo le sorti". Domani però è un discorso a parte. E per Chiellini il match con lo Sporting è già decisivo: "Domani è come un sedicesimo di finale, il Barça arriverà primo al 99% e l'Olympiacos salvo sorprese non passerà il turno. Ci giochiamo dunque la qualificazione contro un'ottima squadra come se fosse un match andata e ritorno. Lo Sporting è migliorato tanto rispetto allo scorso anno, si difendono bene e hanno ottime qualita tecniche. Abbiamo rispetto per loro, domani i tre punti sono fondamentali". Sul momento di Bonucci, Chiellini dichiara: "E' difficile cambiare, come persona facciamo il tifo per lui sperando sempre che arrivi dietro alla Juve". Poi chiude parlando del rinnovo: "Basteranno cinque minuti, caffé compreso. Qui è come essere in famiglia".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche