Champions League, bus del City assaltato: Guardiola diventa una furia ad Anfield

Champions League

Dopo l’attacco dei tifosi del Liverpool al pullman del City nell’andata dei quarti di Champions Guardiola esplode al suo ingresso ad Anfield contro la sicurezza: “Grazie, grazie per averci protetto”. E anche Klopp chiede scusa per l’accaduto 

ASSALTATO BUS DEL CITY, ECCO COSA E' SUCCESSO

L’accoglienza non è certo stata delle migliori. Bus del City bersagliato dai tifosi del Liverpool: lancio di bottiglie, lattine, fumogeni e qualsiasi altro oggetto buono per creare dei danni. Nessun ferito, solo un vetro crepato e tanta preoccupazione per la squadra di Guardiola, nel tragitto verso Anfield prima dell’andata dei quarti di Champions persa poi 3-0 dai Citizens. L’allenatore catalano, dopo quanto successo, è allora esploso al suo arrivo nello stadio, scagliandosi contro la polizia ed ogni dipendente della sicurezza trovato all’interno di Anfield. Tanta rabbia, ovvio, unita allo spavento per quanto successo e per la totale mancanza di protezione e di sicurezza per tutto il suo staff, oltreché per i suoi giocatori. “Grazie. Grazie per averci protetto” - con il pollice alto, sarcastico, anche contro chi - ovviamente - non è stato il principale colpevole dell’accaduto. Una frustrazione, la sua, comunque molto più che comprensibile: “Ho apprezzato il vostro lavoro” - ha proseguito Pep, in un video ripreso in Spagna da Marca e tratto da Gol, concludendo anche con un netto e deciso: “Vergogna”.

Pep va su tutte le furie al suo arrivo ad Anfield (foto Marca)

Klopp: “Non capisco come sia potuto accadere”

Dopo la pesante sconfitta in campo, l’allenatore del City è tornato su quanto accaduto nel tragitto che ha portato la sua squadra ad Anfield: “Non me lo aspettavo, qui in Inghilterra sono nuovo, ma normalmente quando la polizia è a conoscenza che certe cose possano accadere, fa di tutto per evitarlo” - ha detto Guardiola. “Il bus è stato distrutto. Ovviamente questo non riflette la città di Liverpool, e spero solo che non ricapiti più nulla del genere”. Dello stesso parere, dunque, anche Jurgen Klopp: “Si era parlato a lungo della sicurezza, e abbiamo fatto il possibile per evitarlo. Non riesco a capire come sia potuto accadere”. 

Dopo l’accaduto anche il Liverpool aveva rilasciato un comunicato ufficiale: “Il club condanna duramente le scene che hanno preceduto la partita di Champions League. Ci scusiamo incondizionatamente con Pep Guardiola, i suoi giocatori, il personale e i funzionari coinvolti nell’incidente”. L’Uefa ha invece aperto un’indagine per far luce su quanto successo.

I più letti