Champions League, Beckham tifa Real e non dimentica il passato United: "Battete il Liverpool!"

Champions League

Il video è stato pubblicato dal canale YouTube del Real Madrid. Cinque minuti di faccia a faccia Zidane-Beckham prima della sfida di Kiev, e sul rapporto speciale dei blancos con la coppa più prestigiosa d'Europa. Nel finale ecco la richiesta di Becks, ex Real ma anche e soprattutto ex Man United: "Battete il Liverpool, vi prego!"

REAL MADRID-LIVERPOOL: LA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE IN DIRETTA

IL TIFOSO IN PIÙ DEI REDS: COU SOGNA IL "TRIPLETE"

LA SCARAMANZIA CHAMPIONS DEL REAL

Beckham cuore blanco. Ma certamente anche un po’ rosso, inteso però come quello dei Red Devils di Manchester, e non certo dei Reds che per undici anni della sono stati suoi rivali. “Voglio soltanto augurare a Zidane, al presidente e tutti i giocatori buona fortuna nella finale di Champions e… please beat Liverpool, please!“. Traduzione forse non necessaria: “Per piacere, battete il Liverpool, vi prego!”. Zizou e Becks sono seduti su due sgabelli, immagini in bianco e nero e una conversazione di cinque minuti pubblicata sul canale ufficiale YouTube del Real Madrid. Tema della chiacchierata? La finale, e l’incredibile rapporto che gli spagnoli hanno con la coppa più prestigiosa d’Europa. In quell’augurio finale di Becks ci sono i suoi quattro anni a Madrid, dove ha vinto con quei Galacticos anche di Zidane soltanto un campionato. Ma anche gli anni di inizio carriera, esplosione e consacrazione al Manchester United, eterni rivali proprio del Liverpool avversario di Zizou nella finalissima. “Ci sono certi club che hanno legami speciali con alcune competizioni - ha poi proseguito Beckham - il Real è una di queste. Quando giochi c’è sempre un’atmosfera diversa. Non sai quanto pesa quella maglia bianca finché non la indossi”. E su Zidane: “Il suo momento più bello in coppa? Quel gol in finale nel 2002: fantastico”. 

Parla Zizou

Del rapporto speciale con la Champions ne è convinto anche Zinedine Zidane. Nessuna scaramanzia, dirlo è appurare una semplice verità: “Abbiamo sofferto e lavorato duramente per raggiungere questa finale - ha detto il francese nel video del Real - questa maglia bianca che indosseremo significa sacrificio, tutti quelli fatti per essere qui. C’è stato tanto lavoro e un grande sforzo personale da parte di tutti. La maglia? È un’icona, indossarla è emozione e orgoglio”. E ancora: “Sì, abbiamo un rapporto speciale con la Champions. Quando decisi di diventare un allenatore ho subito iniziato a pensare che nulla doveva essere impossibile. E sulla panchina del Real ho sempre saputo che avremmo potuto raggiungere grandi risultati”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche