Real Madrid, Lopetegui confermato fino al Clásico. Butragueno: "Importante restare uniti"

Champions League

Il direttore delle relazioni istituzionali del Real Madrid ha confermato in panchina l'allenatore spagnolo, che dunque si potrà giocare le sue carte nel Clásico di domenica prossima: "Ora importante è restare uniti, la partita contro il Barcellona è una grande motivazione per tutti. Lopetegui la vivrà con assoluta normalità"

REAL MADRID OK, 2-1 AL VIKTORIA PLZEN

Il 2-1 contro il Viktoria Plzen salva Julien Lopetegui. Dopo cinque gare a secco, il Real Madrid torna a vincere, e lo fa grazie ai gol di Benzema e Marcelo. Tre punti che permettono ai Blancos di respirare e di preparare con più serenità il Clásico di domenica contro il Barcellona, quella che sarà la partita decisiva per l’allenatore spagnolo. A confermarlo è stato il direttore delle relazioni istituzionali del club, Emilio Butragueno: “Lopetegui siederà in panchina al Camp Nou - ha detto dopo la serata di Champions ai microfoni di Movistar+ - Vivrà il match con assoluta normalità. Dobbiamo preparare bene la sfida, conosciamo ogni difficoltà che potremo avere”. E ancora: “In queste situazioni è importante stare calmi, restare uniti e fidarsi dei giocatori: la partita di domenica è una grande motivazione per tutti, con la speranza di portare a casa un buon risultato”.

Lopetegui: "La squadra cresce, testa al Clásico"

Dopo la sfida del Bernabeu contro il Plzen, lo stesso allenatore del Real ha detto la sua sul futuro: "Se resto? Non è da fare a me questa domanda. Ma sono convinto di sì: stiamo già pensando a come preparare al meglio il Clásico di domenica, che è molto importante per noi". Sui fischi dei tifosi: "Non ho sentito nulla di speciale, il pubblico ci tratta in modo spettacolare, come dopo la sconfitta con il Levante. Il pubblico voleva una vittoria più larga e forse è lì che si sono sentiti i fischi. Comunque sono sicuro che la squadra sta crescendo. Crisi risolta? Per noi era importante vincere questa gara e volevamo farlo in un modo più comodo, ma abbiamo fallito molte volte occasioni decisive. È normale che quando c'è un momento di debolezza perché non si vince, la squadra è più suscettibile a qualsiasi situazione negativa, motivo per cui è così importante vincere. Io sono forte, stanco, ma molto felice", ha concluso.  

I più letti